Scritto Luned́ 08 marzo 2021 alle 13:45

''Memorie da una pandemia'': una raccolta di pensieri e immagini per celebrare le donne lecchesi al lavoro

Addette alle vendite nei supermercati, infermiere e oss nei due ospedali, ma anche dipendenti di grandi aziende del territorio, dal capoluogo a Merate passando per la Valsassina, Mandello del Lario, Oggiono e Garbagnate Monastero: donne al lavoro nell'anno del Covid, compresi i periodi più difficili del lockdown totale, donne che, "con il cuore e la testa pieni di pensieri e paure", hanno assicurato alla collettività i servizi essenziali, quelli che proprio non si potevano fermare.


Monica, Scilla, Laura, Barbara, Chiara (Conad City, Mandello del Lario)

Sono loro le protagoniste di "Memorie da una pandemia", la pubblicazione realizzata in occasione dell'8 marzo dalla Consigliera di Parità Marianna Ciambrone in collaborazione con la Provincia di Lecco, e che sarà distribuita gratuitamente in formato cartaceo in alcuni esercizi pubblici del territorio. Una serie di testimonianze, tra testi e disegni, raccolte in un libretto pensato per mettere nero su bianco ciò che tante donne hanno "pensato, fotografato, desiderato durante la tempesta che ha travolto il mondo", con un pensiero rivolto anche e soprattutto a quelle che alla propria occupazione hanno dovuto rinunciare, spesso per "potersi occupare della propria famiglia in un momento in cui la forza degli eventi non ha lasciato purtroppo spazio a forme di conciliazione tra vita e lavoro e a supporti esterni".


Le OSS Miriam e Flavia con l'infermiera Maria Teresa all'Ospedale di Merate

"Com'è possibile essere arrivati a questo? [...]. Non so più niente di ciò che è giusto o sbagliato, so soltanto che la situazione che si è venuta a creare ha dell'assurdo da qualunque angolazione la si vuole guardare. E so che poi sarà dura. Durissima" il pensiero di Silvia Ardito, infermiera all'ospedale di Lecco, a cui fa seguito poche pagine dopo quello di Elena Corti, dipendente alla Vari Spa di Oggiono. "C'erano dei momenti durante le giornate in cui lo sconforto prendeva il sopravvento e mi chiedevo se stessi facendo la cosa giusta, ma il senso del dovere vinceva su tutto perché quando si è madri è fondamentale trasmettere sicurezza e serenità ai propri figli così come educarli tramite i fatti" la riflessione di quest'ultima.


Cinzia Vassena con le colleghe Carmen, Simona, Francesca, Ramona, Ilaria e Simona (Fiocchi Munizioni S.p.A., Lecco)

E ancora, ecco foto di strade deserte, arcobaleni, disegni esposti nelle corsie degli ospedali Manzoni e Mandic, a intervallare pensieri e ricordi di donne - spesso di mamme - in bilico tra la paura e l'ottimismo per il futuro, come traspare dalle parole di Nadia Crimella. "Nonostante tutte le difficoltà, la speranza che questo mondo prima o poi rifiorirà nella sua normalità ci ha dato la forza ed il coraggio di affrontare insieme tutto!".


"L’idea della pubblicazione – spiega la Consigliera di Parità Marianna Ciambrone – nasce dal desiderio di ringraziare attivamente le donne che hanno lavorato nei mesi più stringenti della pandemia, dovendo portare avanti servizi essenziali. Mi piaceva molto l’idea di stampare su carta qualcosa che si conservasse nel tempo da poter sfogliare anche tra diversi anni, ricordando, speriamo, con un sorriso".


Marianna Ciambrone

"Abbiamo aderito molto volentieri a questa bellissima iniziativa della Consigliera di Parità – aggiunge il Presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli – per regalare un ricordo ed esprimere un doveroso ringraziamento alle donne, protagoniste spesso silenziose, per il loro costante impegno durante questa emergenza sanitaria senza precedenti. Un ringraziamento anche alle aziende del territorio che hanno aderito all’iniziativa, dimostrando grande attenzione al tema donne e lavoro".
Il libretto può essere richiesto anche direttamente all'Ufficio della Consigliera di Parità (0341 295578, vanessa.gaddi@provincia.lecco.it).
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF