• Sei il visitatore n° 182.289.528
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 10 luglio 2015 alle 08:39

Casargo: Urca Urca! porta musica e divertimento all'Alpe Giumello

Conto alla rovescia per la quinta edizione di Urca Urca!, l'irresistibile Festival musicale considerato il più alto d'Italia. Il motivo? Il suo svolgimento in alta quota! La location prescelta per il 2015, infatti, è l'Alpe Giumello, cui fanno da cornice le meravigliose cime del Monte Legnone, il Pizzo Tre Signori e la Grigna Settentrionale. La vista mozzafiato che ci regala dai suoi 1.550 metri d'altezza sarà la ciliegina sulla torna di un Festival la cui sfida è unire l'anima della musica più 'alternativa', legata a contesti sub-urbani, a quella delle fresche cornici montane lariane: il risultato sarà un weekend no stop magico ed letteralmente imperdibile.

Filippo Mainetti, Pina Scarpa (sindaco Comune di Casargo) e Luca Pedrazzoli


A presentare l'evento che si terrà venerdì 24 e sabato 25 luglio è stato il presidente di Urca Urca!, Filippo Mainetti, che ha più volte ribadito il cuore dell'iniziativa: "l'idea nasce dalla forte volontà di promuovere il turismo nel nostro territorio, perché solo grazie a iniziative di questo tipo è possibile colmare quel gap che ci divide da altre realtà più 'avanti' di noi" ha detto. "Fare una festa a 1500 metri significa voler fortemente valorizzare le nostre montagne, il nostro lago, quei luoghi che tutti ci invidiano e che abbiamo il dovere di comunicare". Un intento concreto e lungimirante, quindi, quello che muove i membri dell'Associazione, ma troppo spesso non compreso da un territorio a forte vocazione industriale come il nostro. Eppure, Mainetti e compagni ne sono certi, "il format dell'evento funziona, è una strada piuttosto battuta in Europa e nei Paesi dell'Est. Noi ci crediamo perché siamo certi degli sviluppi che potrà portare nei prossimi dieci anni". A dare supporto alle sue parole è stato il sindaco di Casargo, Pina Scarpa, che più volte si è detta affascinata dal lavoro svolto dai ragazzi di Urca Urca!: "ringrazio di cuore questa associazione perché si impegna per il territorio senza fine di lucro. Il turismo va valorizzato come si deve, altrimenti rimane un concetto, una parola astratta, vuota" ha sottolineato critica. Il progetto, approvato senza difficoltà dal Consiglio comunale, rappresenta per il sindaco un'occasione imperdibile per le sue zone: "solo grazie a eventi come questi Casargo e dintorni possono essere valorizzata, e per questo garantisco ai ragazzi il mio appoggio per questa e per le prossime edizioni, fino al termine del mandato che mi è stato conferito".

Alcuni dei dj che suoneranno a Urca Urca! 2015

Un gesto importante, quello del sindaco, segno di fiducia verso un gruppo di ragazzi che si sono dimostrati affidabili e concreti nell'azione. Si è arrivati così a presentare i contenuti dell'evento, elencati da Luca Pedrazzoli, il curatore della parte musicale. Si inizia quindi venerdì 25 luglio con un programma eterogeneo che farà ballare fino a notte fonda: dal Rock & Roll degli Scramble Cats alle sonorità elettroniche fino alla musica strumentale di Aut eUMan. Senza dimenticare i dj set di Giorgio Vergani, Numa Crew, Turbo Balera Dj Team, e i live di Midnight Train-Faith &Sound e Holy Cash. Un antipasto prelibato, questo, per prepararsi a dovere alla portata principale, quella del 26 luglio, quando saliranno sul palco i grandi attesi, ossia gli artisti stranieri giunti dalla Francia, Germania, Inghilterra e Scozia, senza dimenticare i giovani e italianissimi talenti di fama mondiale. Tra i nomi noti spiccano Fava D, Broke One, Mungo's Hi Fi, The Cyborgs, The Mighty Mocambos, The Dynamics, Brown Barcella, Calamity Jade, Concret Jungle e Missin Red.

Raggae, funk, rock'n roll, il tutto spettacolarizzato dalla scenografia curata nei dettagli da Mattafunk: Unca Urca! non ha voluto far mancare proprio nulla agli amanti della musica e del divertimento. Accanto a tutto ciò, inoltre, i giochi degli ospiti speciali che si esibiranno con chitarre, trombe e canzoni urlate a squarciagola. Ma la due giorni sull'Alpe Giumello non è solo musica: l'opera di sensibilizzazione verso l'ambiente, infatti, è uno scopo primario dell'evento e prevede la raccolta minuziosa dei mozziconi che spesso trasformano le piazze dei concerti in veri e propri cimiteri di sigarette. "L'attenzione all'ambiente non è mai abbastanza" ha detto Pedrazzoli. "Noi facciamo il massimo per sensibilizzare la gente e cerchiamo di creare un clima tale per cui chi non segue questi accorgimenti si senta a disagio". Durante la serata, infatti, saranno i sacchetti messi a disposizione dall'associazione "bastamozziconiaterra" a raccogliere i 'relitti' e anche l'inquinamento sarà tenuto sotto controllo: premiati infatti con sconti coloro i quali saliranno i 1550 metri a piedi o in bici, oltre che l'invito al 'car sharing', che consentirà di portare a monte meno auto possibili. Infine, l'ultima nota: "nel corso dell'anno l'iniziativa di Urca Urca! si rinnova con diversi appuntamenti",ha detto Pedrazzoli. "L'associazione offrirà infatti la possibilità di volare al Giumello in parapendio grazie alla collaborazione con Flylibell, e darà a tutti i partecipanti dell'evento un buono sconto per l'acquisto di uno skipass della prossima stagione". Detto questo, non ci resta che dare il via al countdown: solo due settimane ci separano ormai dalla festa in quota!

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco