• Sei il visitatore n° 182.964.177
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 03 ottobre 2015 alle 13:45

Domenica il passaggio del Giro di Lombardia. I comuni 'toccati' dalla corsa

Passaggio anche in provincia di Lecco per il Giro di Lombardia. La "classica delle foglie morte" in programma per la giornata di domenica 4 ottobre entrerà in terra lecchese transitando sul ponte di Brivio che, con le sue tre arcate, si presenta come la storica porta d'accesso dalla bergamasca sulle cui strade si correranno i primi 102 chilometri della competizione che vedrà ai nastri di partenza anche Vincenzo Nibali, per citare un nome su tutti.  Il brevissimo passaggio briviese della corsa è previsto tra le 13.00 e le 13.15, in base alla velocità impressa al serpentone che sfilerà poi per Calco, Olgiate e Santa Maria Hoè per raggiungere - lungo la sp.58 - intorno alle 13.30 Colle Brianza (533 metri) e scollinare da lì a Villa Vergano per passare da Galbiate a Pescate, imboccare prima via Roma e poi la sp 583 a Malgrate, portarsi a Parè per poi fare rotta su Civate, Oggiono e Suello dove arriverà non prima delle 14.00.


Dopo aver attraversato Pusiano e Asso, la corsa si concederà poi una seconda "appendice" lecchese con passaggio a Onno di Oliveto Lario, punto d'accesso a Bellagio da dove inizierà la salita del Ghisallo (754m) a cui seguirà la discesa interrotta a Maglio da una nuova "scalata" per raggiungere la Colma di Sormano (1124m), "scoglio" più impegnativo di una gara che, nemmeno negli ultimi 10 chilometri, permetterà ai ciclisti di tirare il fiato: dopo aver toccato Como infatti si salirà a Civiglio (614 metri) con pendenze praticamente sempre al 10% per ridiscendere sul lago e affrontare l'ultima salita di San Fermo della Battaglia (397m).


Per gli appassionati sarà l'occasione di veder correre "sotto casa" oltre al già citato Nibali, campioni quali Diego Rosa fresco vincitore alla Milano-Torino, Paolo Tiralongo tornato a macinare chilometri dopo la caduta della Vuelta, Mikel Landa, che non ha bisogno di presentazioni, Dario Cataldo, sempre encomiabile, e Michele Scarponi, che però sembra lontano dalla forma migliore. Ma anche Giovanni Visconti e Alejandro Valverde o i meno "quotati" ma sempre di grido Damiano Cunego e Davide Rebellin.
Chi invece - nonostante il maltempo previsto - si troverà nel primo pomeriggio a doversi spostare in provincia non resta che consultare per tempo il cronoprogramma (clicca qui) della corsa. Per evitare di... accordarsi.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco