Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 125.169.873
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/06/2021
Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 25 µg/mc
Lecco: v. Sora: 22 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Martedì 27 ottobre 2015 alle 14:21

Lecco: al Grassi caldaie spente fino a metà novembre. Polano: 'confidiamo nel tempo'

Il presidente Polano
"Stiamo lavorando per risolvere i problemi alle caldaie al Parini e al Grassi".
Nel giorno che ha visto la protesta degli studenti dell'istituto di via Badoni che oggi si sono rifiutati di fare lezione per denunciare - anche - il malfunzionamento dei caloriferi delle aule, il presidente della Provincia di Lecco Flavio Polano ha voluto fare il punto della situazione.
"Eravamo a conoscenza che gli impianti delle scuole erano vetusti e che sarebbe stata necessaria la loro sostituzione. Purtroppo però hanno "tirato le cuoia" prima del previsto e ora dobbiamo ripararle al più presto" ha spiegato Polano.
"All'istituto Parini abbiamo già sistemato il 90% degli impianti e nei prossimi giorni la situazione verrà completamente risolta. E' invece più complesso l'intervento alle caldaie del Grassi: se tutto andrà bene terminerà a metà novembre".
Nella scuola di largo Montenero sono infatti fuori uso entrambe le caldaie. E a complicare le riparazioni si aggiunge il fatto che la cooperativa Concordia, che si è aggiudicata la gara di appalto, è stata coinvolta in alcune vicende giudiziarie ed è oggi sotto amministrazione controllata. "E' bene specificare che la cooperativa con noi ha sempre rispettato quanto previsto dal bando che ha regolarmente vinto. Ma è evidente che questa situazione rende tutto più complicato" ha continuato il presidente. "E non avendo approvato ancora il bilancio non possiamo nemmeno indire un nuovo bando di gestione".
Gli studenti - e gli insegnanti - del Liceo dovranno dunque portare ancora un po' di pazienza e coprirsi bene.  Polano ha confermato che non è infatti possibile pensare ad un loro trasferimento e che non si può fare altro che attendere che i tecnici facciano il loro lavoro. Per il momento è anche esclusa un'eventuale sospensione delle lezioni.  "Confidiamo nel tempo..." la lapidaria conclusione del presidente della Provincia.
P.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco