Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.818.351
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 12 luglio 2014 alle 08:26

Un lettore segnala: per un guasto, 'si allaga' il pianorottolo di un treno sulla LC- MI

Gentile redazione,
in questi 5 anni di pendolarismo ne ho viste di tutti i colori, da ritardi assurdi e ingiustificati a riscaldamento e aria condizionata perennemente rotti nei mesi cruciali, per non parlare delle condizioni igieniche non proprio impeccabili… ma di vedere il pavimento che divide i vagoni (quello in corrispondenza delle porte da cui si sale e scende dal treno, per intenderci) completamente allagato - con pozze d’acqua annesse - non mi era ancora capitato!

Il pianerettolo allagato

Sul convoglio partito ieri (venerdì 11 luglio ndr) da Milano Porta Garibaldi alle ore 12.22 e diretto a Lecco un guasto ha prodotto una perdita talmente ingente che l’acqua ha continuato a scrosciare per buona parte del tragitto, come un rubinetto aperto!
Mi chiedo… è normale che noi pendolari siamo costretti a viaggiare in queste condizioni? Ma mi chiedo soprattutto: è normale che, abituati a talmente tante assurdità e mancanze, siamo ormai così assuefatti, assopiti e ci siamo talmente “rassegnati” alla situazione tanto da trovarla normale? Non ci stupiamo più di nulla, non ci indignamo più di nulla. Non è ora di riappropriarci del nostro diritto di lamentarci?
Una studentessa indignata
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco