• Sei il visitatore n° 182.819.928
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 11 febbraio 2016 alle 19:28

Verderio: l'ultimo saluto di amici e parenti al libraio di Lecco Fabio Aldeghi. Aveva fatto della ''parola'' la sua professione

Aveva da poco pianto la scomparsa della sorella Cecilia, e meno di un mese dopo una morte improvvisa l'ha strappato all'affetto dei suoi cari. Fabio Aldeghi, storico gestore dell'ex libreria "Cavour" di Lecco, è venuto a mancare a soli 63 anni, lasciando la famiglia nel dolore e nello sconforto; una prova durissima per i fratelli Rosella e Giancarlo.

Sono stati tantissimi gli amici e i concittadini di Verderio, dove Fabio risiedeva da anni presso Cascina Isabella, che hanno desiderato portargli un ultimo saluto nella chiesa parrocchiale dei santi Giuseppe e Floriano nel primo pomeriggio di oggi.

Fabio Aldeghi (a destra) con l'amico scrittore Emilio Magni

"La conoscenza e la passione di Fabio per la sua professione e per il libro non può non invitarci a prestare particolare attenzione alla parola di Dio", ha spiegato, dopo la lettura del Vangelo, don Renato Aldeghi, parroco di Albiate e cugino di Fabio. "La sua è una morte inattesa ma della quale non possiamo fare altro che prendere atto. Tutta la nostra esistenza terrena è un serie di separazioni, fino al momento definitivo del distacco dalla nostra vita che porta ad un'insopprimibile sofferenza per i nostri cari. Il Vangelo ci dice però che c'è una realtà dalla quale nemmeno la morte può separarci: la comunione con Dio che abbiamo ricevuto nel giorno del nostro battesimo".

"Quando siamo sofferenti, quando siamo di fronte alla separazione definitiva, è il momento in cui il Signore ci accoglie nel suo abbraccio", ha concluso il sacerdote.

Don Renato Aldeghi e don Giuseppe Pozzi, parroco di Verderio (ex superiore)

La chiesa, gremita, ha visto la presenza anche del sindaco di Lecco Virginio Brivio, dell'ex sindaco Lorenzo Bodega, che nel 2001 aveva conferito a Fabio Aldeghi un riconoscimento civico in virtù dei meriti culturali riconosciuti per la sua attività, di tanti ex colleghi della Rizzoli, dell'amico Umberto, dell'allora comandante dei carabinieri De Marco.

Al termine della funzione un lungo corteo ha accompagnato il feretro verso il cimitero comunale, a testimonianza dell'affetto che legava profondamente Fabio a due comunità, quella di Lecco e quella verderese.

Articoli correlati:
10.02.2016 - Lecco: si è spento Fabio Aldeghi, libraio della Via Cavour e cittadino benemerito
M.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco