Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 104.941.446
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 03/12/20
Merate: 38 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 32 µg/mc
Scritto Domenica 13 marzo 2016 alle 18:47

Mandello: le aquile della Guzzi invadono il paese e il rombo dei motori fa sognare

Viale della Costituzione, a Mandello del Lario, è tornato a trasformarsi questa mattina nella passerella su cui hanno sfilato le tante moto d'epoca da strada e da corsa che il marchio Guzzi ha sfornato nel tempo. L'evento, molto atteso da tutti gli appassionati e altresì molto partecipato, ha rappresentato un assaggio di quel ricchissimo piatto che si consumerà il 9, 10 e 11 settembre, sempre a Mandello, in occasione delle celebrazioni ufficiali per il novantacinquesimo anno di fondazione della gloriosa azienda motociclistica mandellese.


Quest'oggi, il rombo dei motori ha iniziato a solleticare le orecchie del pubblico a partire dalle ore 10, quando l'attenzione dei presenti si è riversata sull'improvvisata pista per la sfilata dei sidecar da strada e da corsa. Dopo di questi, hanno sfrecciato sulla passerella, nell'ordine, le moto anteguerra, le 'Milano-Taranto', le moto leggere fino a 250 c.c., e poi carenate e prototipi, stornelli, moto da corsa, Moto Guzzi Falcone e 8 cilindri.


I ruggiti dei motori hanno prontamente 'gasato' il pubblico e acceso gli animi dei piloti: purtroppo, la caduta di uno di loro nel corso della sfilata ha fatto destare l'allarme, ma l'immediato intervento dei soccorritori ha presto constatato che non si trattava di nulla di grave, e così la festa ha potuto proseguire senza intoppi.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

In un crescendo di emozioni, la giornata all'insegna delle due ruote ha riportato in sella anche un ex pilota di grande fama, Angelo Tenconi: brillantissimo a dispetto delle 82 primavere sulle spalle, il pilota comasco che vanta 6 titoli europei, 7 titoli italiani e un titolo mondiale con la Guzzi, è stato chiamato a rievocare alcune tappe della sua invidiabile carriera: l'esordio a 14 anni, con le gincane; la prima gara vinta, ad Appiano gentile; la rievocazione della Ballabio-Resinelli, uno dei momenti in assoluto più belli.

L'ex pilota Angelo Tenconi

Per lui applausi scroscianti da tutto il pubblico, dove erano presenti anche il sindaco Riccardo Fasoli e gli assessori Silvia Benzoni e Franco Patrignani, quest'ultimo particolarmente coinvolto in virtù della rinomata passione che lo lega alle due ruote, e che lo ha portato nell'estate 2014 ad effettuare un coast to coast negli Stati Uniti con partenza da

New York e arrivo a Los Angeles, in sella a una Vespa GTS modello 300 cc: l'occasione di quel viaggio, era il ricordo dell'impresa di mezzo secolo prima compiuta dal padre, Roberto Patrignani, che macinò niente poco di meno che 18.000 chilometri da Milano a Tokyo in sella a una Vespa 150 azzurra. "Mandello si conferma capitale dei motori. Questo rumore e questo profumo sono storia e cultura del nostro territorio", ha detto soddisfatto l'assessore. Entusiasta ed appagato, anche il primo cittadino: "Non posso che dirmi felice di quanto sto vedendo: l'Aquila è sempre nei nostri cuori, e quest'oggi l'avviamento dei motori ha portato a Mandello ancora più gente degli anni passati".
Giulia Achler
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco