Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 101.462.372
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 25/10/20

Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Martedì 14 giugno 2016 alle 20:00

Osnago: "Voce del Corpo'' in paese, al via dal 25 di giugno

La IV Edizione della Voce del Corpo – Biennale di Arte Contemporanea – prende nuovamente forma dal 25 giugno al 10 luglio 2016 tra le vie della città di Osnago (LC) per volontà degli organizzatori e curatori della rassegna, Bruno Freddi e Michele Ciarla, rispettivamente Associazione OloArt e Associazione Culturale Anfiteatro, Marco Molgora e Federica Duvia.
L’evento, patrocinato da Regione Lombardia, Provincia di Lecco e Comune di Osnago, con il sostegno di Enel Sole Srl, prende avvio il 25 giugno alle Ore 21.00 presso il Nuovo Spazio Opera Fabrizio De André con l’inaugurazione da parte del Sindaco, Paolo Brivio – artisticamente attivo e impegnato anche nella riapertura al pubblico del medesimo spazio dopo alcuni lavori di ristrutturazione.

Al discorso inaugurale seguiranno le performance di apertura del festival realizzate da alcuni degli artisti selezionati dai membri interni dell’organizzazione della Voce del Corpo. Viene così proposta al pubblico, nella stessa occasione e al termine delle performance, un’importante occasione di incontro con gli artisti nella formula del “dopo teatro” con un calice di vino sotto le stelle.
La scelta degli artisti della rassegna è avvenuta dopo avere indetto un bando di partecipazione al quale sono pervenute numerose candidature – nazionali e internazionali – di grande qualità e levatura. Gli artisti si sono dunque distinti per la peculiarità e il pregio dell’opera artistica proposta.
Le sezioni presentate per la IV Edizione si distinguono in: Street Art; Land Art (installazioni); Performance artistiche; Performance Butoh per una quantità di circa 60 persone selezionate e omogeneamente distribuite nelle singole categorie.
Si distinguono alcuni artisti di fama nazionale ed internazionale, di seguito solo alcuni nomi: Erik Burke, Jean-Paul Falcioni, Carl Leonard (in arte Carlos Atoche), André Rodiguez Lima (in arte Deco Rabiscando), Laure Keyrouz, Mira De Hoogh, Carlo De Meo, Giorgio Bartocci, Gianbattista Leoni, Soledad Agresti, Cristopher Wood, Annibale Covini, Kea Tonatti, Marianna Gasperini, Laura Astorri, Tino Schepis. Cui si aggiungono i pittori locali, Alberto Casiraghy e il fratello, Marco Casiraghi e, naturalmente, Bruno Freddi con il proprio gruppo di performer butoh – Oloart – e, per l’occasione, con la partecipazione dell’attrice cubana, Naya Dedemailan.
Le location sono d’eccezione: Nuovo Spazio Opera Fabrizio De André, Piazza della Pace, Piazza Vittorio Emanuele e le storiche ed incantevoli Villa Galimberti e Villa D’Agostino.
Il tema proposto per questa Nuova Edizione è di notevole e fondamentale importanza: Della Pace, Dell’Ambiente. Di seguito alcune parole del Sindaco di Osnago, Paolo Brivio e dell’Assessore alla Cultura, Maria Grazia Caglio: «La guerra e la violenza dilagano. E ci piombano addosso all'improvviso. Ogni giorno veniamo a sapere di guerre e atti di terrorismo, di una nuova orribile strage di innocenti, di ospedali e scuole bombardati, di torture disumane e di sistematiche violazioni dei più elementari diritti umani. Parallelamente, la terra subisce continue, silenziose aggressioni. Apparentemente inarrestabili […] Non possiamo rimanere immobili. E ci si muove, e ci si batte, anche e soprattutto con le armi dello spirito».
Questo l’invito lanciato e colto dagli artisti e dalle loro opere che potrete ammirare sui muri della città di Osnago, per le vie, le Piazze e, infine, scolpito sul corpo dei performer fino al 10 di luglio 2016. Si tratta dunque di una nuova occasione offerta dalla città e dagli organizzatori della Voce del Corpo da cui trarre profonde e urgenti riflessioni di carattere morale ed etico.

Per visualizzare l'elenco degli artisti clicca qui e qui
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco