Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 100.928.981
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/10/20

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 19 µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Venerdì 16 settembre 2016 alle 13:54

Lecco-Osnago: Giuliana Sgrena presenta 'Dio odia le donne', il 21

Martedì 21 settembre 2016 Giuliana Sgrena sarà in territorio lecchese per presentare il suo ultimo libro "Dio odia le Donne", edito da Il Saggiatore. La storica giornalista de Il Manifesto è nota alle cronache per il rapimento di cui è stata vittima nel 2005 per mano dei jihadisti mentre si trovava a Baghdad per realizzare una serie di reportage. Scrive anche per il mensile Modus Vivendi e per il settimanale tedesco Die Zeit e durante la sua carriera si è spesso occupata di conflitti come corrispondente dal Medio Oriente e in altri teatri di guerra tra cui Algeria, Somalia e Afghanistan; molti suoi approfondimenti riguardano in particolare la condizione della donna nell'Islam.


L'appuntamento è duplice: alle ore 18 la giornalista sarà ospite presso il Circolo Arci La Ferriera di Lecco mentre alle ore 21 si troverà al Circolo Arci La Lo.Co. di Osnago.
Mutuando le parole che la stessa autrice ha impiegato sul proprio blog per descrivere il suo ultimo scritto, il libro "tratta del rapporto tra le donne e le religioni monoteiste. E la differenza è veramente poca".
La serata sarà dedicata, oltre che a comprendere meglio i contenuti del libro e le motivazioni che hanno spinto alla sua stesura, al dibattito sulla condizione delle donne che vivono in contesti sociali in cui l'integralismo religioso diventa alibi per il dominio assoluto del patriarcato. Si parlerà dunque del difficile rapporto tra religione, testi sacri e mondo femminile riflettendo su temi di attualità, dall'infibulazione all'obbligo del velo, dalla contaminazione mestruale alla gestazione per altri, fino all'importanza di dare un significato concreto e tutelante alla parola "laicità" non sono in un'ottica "di genere".
Entrambe le iniziative sono rivolte ai soci Arci e realizzate in collaborazione con ArciBookLombardia, la rete di promozione della lettura dei Circoli Arci Lombardi.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco