• Sei il visitatore n° 174.505.034
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 04 settembre 2014 alle 14:28

E-commerce: solo 55 le imprese lecchesi nel settore, in Lombardia invece è 'boom'

Sul Lario non decolla il business dell’e-commerce. O almeno la crescita del numero di imprese registrate presso la Camera di Commercio attive in questo settore non segue il trend regionale. Se infatti nel primo trimestre del 2014 in Lombardia si è toccato quota 2.459 realtà operanti nel commercio elettronico, in crescita del 13% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, nel lecchese l’incremento è stato solo del 5,5% con le imprese operative sul nostro territorio passate da 55 a 58, con dunque solo tre “nuove aperture”. Non va meglio sulla sponda opposta: Como è infatti l’unica provincia lombarda a chiudere in negativo. -4,9% con le società passate – in termini assoluti – da 122 a 116. Eppure per l’e-commerce la Lombardia si attesa come la regione “dominante” ospitando da sola la sede di un quinto delle imprese italiane del settore.

Milano, in particolare, è la regina della vendita online con 1.116 imprese attive, il 45,4% del totale regionale, in crescita del 10% dal 2013. Seguono Brescia (243 imprese, +27,9%), Monza e Brianza (235, +18,7%), Bergamo (199, +18,5%) e Varese (186, +12,7%). E tutte si piazzano tra le prime 20 province nella classifica italiana guidata da Roma (1.187), Milano (1.116) e Napoli (620). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano che ha anche tracciato il “profilo” di chi vende online. Si tratta per il 63% di ditte individuali. In quasi un caso su tre il titolare è donna (31,2%) e in circa la metà dei casi ha meno di 40 anni. Uno su dieci è straniero, soprattutto rumeno, brasiliano, russo o svizzero.
Sono, invece, quasi 2 milioni i lombardi, secondo i dati Istat, che hanno ordinato o comprato merci o servizi online nel 2013, il 41% in più rispetto al 2010 (erano un 1 milione e 400 mila circa). Più di uno su cinque (22%) del totale italiano che ha fatto acquisti su internet. Comprano soprattutto pernottamenti per vacanze (38,9%) e altre spese di viaggio come biglietti ferroviari, aerei, noleggio auto (35,1%), libri, compresi gli e-book (32,4%), abiti e articoli sportivi (27,7%) e biglietti per spettacoli (26,3%). In crescita in tre anni soprattutto chi acquista articoli per la casa, compresi mobili e giocattoli: la percentuale passa dal 15% al 22,4% e abiti e articoli sportivi (dal 22,1% al 27,7%).
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco