Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 158.949.310
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 27 dicembre 2016 alle 11:32

Don Bruno ancora in TV: la 'chiacchierata' con Marzullo ri-trasmessa a Santo Stefano

Rai Uno ha scelto di chiudere la programmazione del 26 dicembre mandando in onda – in replica – la puntata di Sottovoce incentrata su don Bruno Maggioni. Già trasmessa nelle scorse settimane, la chiacchierata tra Gigi Marzullo e il sacerdote, originario di Montevecchia e attualmente “in servizio” in Valsassina, ha augurato la buonanotte a tutti coloro che, appesantiti dalle mangiate degli ultimi giorni, tra la Vigilia, Natale e Santo Stefano, hanno faticato a prendere sonno.

Don Bruno in studio. Sotto con Gigi Marzullo

Non nuovo a comparsate televisive, il parroco - reso celebre dai “siparietti” improvvisati sulle note di “Mamma Maria” dei Ricchi e Poveri a matrimoni e battesimi – ha risposto, con la leggerezza che lo caratterizza, ai quesiti del noto conduttore, pronto a indagare anche aspetti estremamente personali della sua esistenza come la “chiamata” del Signore, avvertita – ha detto don Bruno – fin dall’infanzia. Tra domande di carattere generali – sul male e sulla morte per esempio – ed altre tagliate sull’intervistato – autodefinitosi un “estroverso personaggio della Chiesa” – Marzullo ha permesso al sacerdote di presentare uno spaccato del proprio mondo, da umile prevosto di provincia, un’immagine forse da quella del prete canterino che lo ha reso famoso: “ho tre parrocchie, distribuite in 19 chiese. Per dire Messa passo dai 750 agli 1800 metri”, “insegno ancora, alla scuola alberghiera di Casargo, scuola d’eccellenza”, “il telefonino l’ho solo da un anno e mezzo. Il computer me l’hanno regalato ma non lo so usare. Sono ancora “cartaceo””...

I genitori. Sotto una foto scattata il giorno della laurea in pedagogia e commentata nel corso della trasmissione

Citate poi le mamme di bambini autistici e di piccoli volati in cielo prematuramente che, con regolarità, don Bruno incontra per momenti a loro dedicati nonché i genitori del sacerdote e la sua famiglia, con tanto di foto di mamma Rita, papà Bertino e dei nipoti trasmesse sul finire della trasmissione, nel momento dedicato proprio ad una serie di scatti scelti dall’intervistato. Il tutto, chiaramente, condito anche da battute simpatiche, come quella sul... primo amore. In pieno stile don Bruno.

Don Bruno con i nipoti e sotto con il gruppo delle mamme con figli autistici che segue a Milano

Per visualizzare l’intervista, clicca qui.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco