• Sei il visitatore n° 196.178.113
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 23 marzo 2017 alle 15:11

Torre: depositata la proposta di legge per il ritorno a Bergamo, inizia l'iter ''romano''

Giovanni Sanga
Dopo il sì all'unanimità ricevuto dalla Regione, la richiesta di Torre de' Busi di tornare in Provincia di Bergamo è già approdata in Parlamento.
Alla Camera dei Deputati è stata depositata la proposta di legge che servirà per approvare il cambio di circoscrizione ed è stata assegnata alla Commissione Affari Costituzionali.
Primo firmatario è il deputato bergamasco Pd Giovanni Sanga ma il documento è sostenuto anche da altri politici bergamaschi bipartisan: i democratici Elena Carnevali, Antonio Misiani e Beppe Guerini, il forzista Gregorio Fontana e il leghista Cristian Invernizzi.
"La richiesta di Torre de' Busi finora ha proceduto con ritmi rapidissimi. Abbiamo iniziato l'iter parlamentare depositando la proposta di legge: il lavoro fatto finora dai cittadini e dagli Amministratori è stato precisissimo e noi vogliamo portare avanti quanto chiesto dalla comunità e dai cittadini" ha spiegato Sanga, contattato telefonicamente.
Ora inizierà l'analisi, l'approfondimento e la discussione prima di poter arrivare in Aula con la votazione. L'approvazione della Legge sarà l'ultimo passaggio di un progetto che man mano ha scalato tutti i livelli amministrativi. La proposta è partita dai cittadini e del Comitato che ha portato avanti la raccolta firme sottoscritta da 918 residenti. C'è stata poi l'approvazione unanime del Consiglio Comunale e anche l'appoggio da parte del presidente della Provincia di Bergamo Matteo Rossi. A febbraio è arrivato anche il via libera - sempre all'unanimità - da parte della Commissione e del Consiglio regionale della Lombardia.
Ora la palla è passata a Roma: solo con l'ok parlamentare Torre de' Busi potrà fare ritorno da "mamma Bergamo" di cui ha fatto parte fino alla creazione della Provincia di Lecco e con cui condivide ancora alcuni servizi (la distribuzione idrica con Hidrogest, la Polizia Locale con Caprino, la Stazione Unica Appaltante, oltre che la diocesi e la sezione ANA che non si sono mai "lecchesizzate"). E' difficile però prevedere i tempi dell'approvazione. Molto dipenderà dalla volontà politica ma anche dalla tenuta del Governo e del Parlamento fino alla fine "naturale" della legislatura prevista per il 2018.
Per ora Sanga non si è voluto sbilanciare: "Abbiamo fatto il primo passaggio formale. E' presto però per fare previsioni: staremo a vedere".  

Questo il testo ufficiale della Proposta di Legge (n. 4338)
ART. 1. (Distacco del comune di Torre de' Busi dalla provincia di Lecco e sua aggregazione alla provincia di Bergamo). 1. Il comune di Torre de' Busi è distaccato dalla provincia di Lecco e aggregato alla provincia di Bergamo  
ART. 2. (Adempimenti amministrativi).

1. Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, le province di Lecco e di Bergamo provvedono, d'intesa, agli adempimenti di rispettiva competenza necessari all'attuazione dell'articolo
1.
2. Se, nel termine di cui al comma 1, le province di Lecco e di Bergamo non hanno adempiuto al compimento degli atti necessari per regolare i rapporti conseguenti alla modifica delle loro circoscrizioni territoriali, il Ministro dell'interno nomina, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, un commissario ad acta per procedere ai relativi adempimenti, da concludere entro sei mesi dalla nomina dello stesso commissario.
3. Gli atti e gli affari amministrativi pendenti presso organi e uffici dello Stato costituiti nell'ambito della provincia di Lecco e relativi a cittadini o enti compresi nel territorio del comune di cui all'articolo 1 sono attribuiti alla competenza dei rispettivi organi e uffici costituiti nell'ambito della provincia di Bergamo a decorrere dalla data del loro insediamento.
4. Dall'attuazione della presente legge non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica né deroghe ai vincoli stabiliti dal patto di stabilità interno.  
ART. 3. (Entrata in vigore).

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
P.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco