Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.966.546
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 31 marzo 2017 alle 11:18

Lecco perduta/56: l’ex lavatoio del Gerenzone, ora sede dell'APE

L’ex lavatoio del Gerenzone
Il vecchio lavatoio nel solco del Gerenzone, tra i quartieri Rancio e San Giovanni, è da anni sede dell’Associazione Proletaria Escursionisti di Lecco, dedicata alla memoria di Pierino Vitali, caduto per la lotta di Liberazione in Valle d’Aosta.
    Nel libro “Sentieri proletari” di Alberto Di Monte, geografo nativo di Vimercate, (edito da Mursia), si può leggere “Nel 2008 il Comune di Lecco assegna una piccola sede agli apeini, in via Saverio Fritsch, in località Rancio, che è stata poi acquistata … Qualche copia dello statuto sociale, foto, trofei e gagliardetti, costellano lo stanzino a testimoniare lo sforzo di recuperare alcuni tasselli di un mosaico di vicende, per lo più perduto tra guerre, traslochi, allagamenti ed alterne vicende … Ogni giovedì sera, nel piccolo locale di via Saverio Frisch gli apeini si incontrano per organizzare gite e per dare un supporto nell’organizzazione di gare. Nell’unica sala della sede alcuni pezzetti di questa storia sono lì a testimoniare che i tempi sono maturi per il nuovo passaggio del testimone affinché altri tasselli di questo racconto non vadano smarriti lungo la strada, perché in fondo lo sport popolare è anche questo: tramandare storie, stile e grande sudate collettive”.
    L’APE di Lecco è nata il 7 novembre 1919, rivendicando il diritto allo sport non solo per un’elite borghese ma per tutti. Lo sport diventa uno strumento di emancipazione che qualifica il tempo libero degli operai e delle loro famiglie.
    Il lavatoio del Gerenzone è stato censito nell’interessante lavoro di ricerca di docenti e studenti del liceo Manzoni di Lecco; un censimento che ha portato ad identificare 41 lavatoi, 2 pozzi e 16 fontane. Il prezioso lavoro “con il senso della memoria” è stato arricchito dalle fotografie del lecchese Federico Wilhelm. I lavatoi sono stati punto di incontro, sede preferita per le chiacchiere delle donne, fonte di notizie per il vicinato e la contrada, ancora meglio dei balconi a ringhiera dei cortili popolari.
    Ora l’ex lavatoio del Gerenzone è sede APE, che caratterizza il suo impegno sociale in particolare con la classica camminata di autunno verso Camposecco, sopra il quartiere Maggianico, sulle pendici del Magnodeno e nel generoso volontariato della squadra antincendio, dedicata alla memoria di Gildo Combi. E proprio sul Magnodeno, grazie all’impegno dell’APE di Milano potrebbe essere recuperato un antico “tracciato” mediano, che, partendo a monte del quartiere Bonacina, conduce sino a Camposecco, toccando vecchie località di un escursionismo campestre e vacanziero di altri tempi, prima dei fuoristrada e delle funivie. L’APE di Lecco è presieduta da Giuseppe Aldeghi, segretaria è Flavia Colombo.
Articoli correlati:
09.08.2016 - LECCO PERDUTA
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco