• Sei il visitatore n° 182.217.574
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 25 settembre 2014 alle 16:41

Olginate: il 2 ottobre incontro su diritti della soglia del fine vita

Giovedì 2 Ottobre alle ore 20.45 presso l'Aula Magna della Scuola Media G. Carducci in Piazza Roma l'Amministrazione Comunale di Olginate, in collaborazione con il Circolo Culturale Cento Passi, promuove il primo dei tre incontri dedicati ai diritti.
L'incontro in oggetto sarà "La coscienza del limite. Diritti sulla soglia del fine vita e Testamento Biologico".
La serata, dopo un'introduzione da parte del Sindaco Rocco Briganti sull'impegno dell'Amministrazione nell'intraprendere questo percorso sui Diritti, sarà condotta da Marco Aldeghi del Circolo Culturale Cento Passi che incontrerà Luciano Manicardi, Vicepriore della Comunità Monastica di Bose.

Qualche parola sulla Comunità Monastica di Bose
Fu il bisogno di vivere in modo radicale il desiderio e l’attesa delle promesse del regno a condurre il fondatore della comunità, fr. Enzo, allora studente universitario presso la Facoltà di economia e commercio dell’Università di Torino, a riunire in maniera regolare, a partire dal 1963, nel suo appartamento torinese di via Piave 8, un piccolo gruppo di giovani cattolici, valdesi e battisti. Così, essi iniziarono a leggere insieme settimanalmente la Scrittura, a incontrarsi ogni sera per la preghiera delle ore e a condividere, come gruppo legato alledomus della Pro Civitate Christiana, la celebrazione eucaristica domestica, nella consapevolezza che soltanto facendosi poveri e piccoli, nell’ascolto e nella condivisione, si sarebbe potuti diventare quel piccolo gregge destinatario delle promesse del Signore.  Fu in quel contesto che per alcuni membri del gruppo andò maturando e precisandosi una vocazione comunitaria nel celibato. Fr. Enzo decise allora di scegliere un luogo di incontro fuori Torino, un luogo in disparte, nella solitudine, che servisse di riferimento per tutti e in cui fosse possibile iniziare una vita fraterna. Individuata e affittata una povera casa a Bose, frazione del comune di Magnano, sulla grande morena tra Ivrea e Biella, il gruppo degli amici di via Piave organizzò un campo di lavoro per restituire dignità alla bellissima chiesa romanica di San Secondo, situata a poche centinaia di metri dalla cascina di Bose.

Luciano Manicardi
Nato nel 1957 a Campagnola Emilia (RE), si è laureato a Bologna con una tesi sul Salmo 68. È entrato nella comunità monastica di Bose nel 1980, dove ha continuato gli studi biblici. È Vice Priore e il responsabile della formazione culturale dei novizi all'interno della comunità. Collabora a diverse riviste, tra cui Parola Spirito e Vita. Attento all'intrecciarsi dei dati biblici con le acquisizioni più recenti dell'antropologia, riesce a far emergere dalla Scrittura lo spessore esistenziale e la sapienza di vita di cui è portatrice.
Fra le sue opere ricordiamo:
(con Enzo Bianchi) La carità nella chiesa, Qiqajon, Comunità di Bose 1991;
(con Enzo Bianchi) Magnificat. Benedictus. Nunc Dimittis, Qiqajon, Comunità di Bose 1991;
(con Enzo Bianchi) Accanto al malato. Riflessioni sul senso della malattia e sull'accompagnamento dei malati, Qiqajon, Comunità di Bose 2000;
Nelle tenebre una luce. Itinerari di vita nella sofferenza, CVS, Roma 2004;
Il corpo. Via di Dio verso l'uomo, via dell'uomo verso Dio, Qiqajon, Comunità di Bose 2005;
(con Guido Dotti) Una vita ricca di senso, Elledici, 2005;
L'umano soffrire. Evangelizzare le parole sulla sofferenza, Qiqajon, Comunità di Bose 2006.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco