Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 138.001.827
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 30 maggio 2017 alle 12:53

CasaPound: Introbio non risponde sui migranti

A fine aprile CasaPound Italia Lecco aveva chiesto ai Comuni di Primaluna e Introbio un atto di trasparenza in merito all'arrivo di nuovi immigrati sul territorio. In particolare, il movimento chiedeva informazioni generiche sul numero di arrivi e se ne fossero previsti altri, sulla nazionalità di provenienza e dettagli sulle strutture di accoglienza.


"A distanza di un mese - si legge in una nota del movimento - soltanto il Comune di Primaluna ha ritenuto di rispondere, mentre siamo ancora in attesa di un riscontro da parte del comune di Introbio, che probabilmente non è così interessato a fornire informazioni ai cittadini. Inoltre, pur riconoscendo all'amministrazione di Primaluna per lo meno la cortesia di rispondere, non possiamo non prendere atto che il merito della risposta è sconcertante: il Comune afferma di non aver alcun ruolo nell'accoglienza di questi migranti, interamente gestita dalla prefettura. Delle due l'una: o siamo di fronte a uno scaricaribarile bello e buono o il Comune si è lasciato totalmente estromettere da una questione di così forte impatto sulla vita del territorio e dei suoi cittadini. In entrambi i casi, è evidente che i cittadini del lecchese sono l'ultima delle preoccupazioni delle istituzioni locali e di chi le governa".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco