• Sei il visitatore n° 174.522.108
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 31 maggio 2017 alle 17:23

Garlate, Bmx: i risultati degli atleti del team biciaio a Creazzo

A Creazzo (Vi) sabato 27 e domenica 28 maggio si sono corse la 5^ e 6^ prova del circuito nazionale 2017 di BMX. Otto atleti del team Biciaio di Garlate hanno partecipato alle competizioni, in gara con i circa trecento iscritti provenienti da tutta Italia.

Bonanomi Andrea

Sabato è stata una giornata molto calda, all’interno di un ottimo impianto pista e caratterizzata da un pubblico molto numeroso, presente per sostenere i riders. La gara è iniziata con tre manche di qualifica. “Peccato per il nostro G1 Tami Aronne che non è riuscito a qualificarsi per le fasi successive” ha commentato il coach Andrea Radaelli. Ai quarti di finale Carenini Simone in G6 e Spreafico Iacopo (G5) non sono passati alle semifinali per un soffio. In semifinale Radaelli Marco (AL), Bonanomi Andrea (G6) e Spreafico Pietro (G2) hanno staccato il biglietto per la finalissima piazzandosi rispettivamente al 5°, 6° e 4° posto.

Carenini Simone

Tami Oscar (Master) e Bonanomi Riccardo (G6) si sono guadagnati l’accesso alla finale B, piazzandosi rispettivamente 5° e 6°. La domenica replica con la 6^ prova. Il Team Biciaio si è presentato con sei atleti al via. Tami Aronne nei G1 non è riuscito a migliorarsi fermandosi alle manche, suo padre Tami Oscar nei Master si è migliorato andando in finale B e cogliendo un 4° posto. Carenini Simone e Spreafico Iacopo si sono fermati ai quarti di finale con la consapevolezza di poter ambire più in alto. Spreafico Pietro ha sfiorato ancora la finalissima, ma si è dovuto accontentare della finale B finendo al 6° posto.

Spreafico Iacopo

Radaelli Marco si è qualificato per la finalissima dei migliori otto, ma in partenza è scivolato. Da ultimo ha recuperato terminando la gara in quarta posizione. “E’stato un weekend di gare intenso e molto dispendioso per i ragazzi, anche per il gran caldo. Abbiamo commesso qualche errore ed ingenuità in varie situazioni, da non ripetere in futuro” ha concluso Andrea Radaelli.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco