• Sei il visitatore n° 174.514.013
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 13 agosto 2017 alle 20:56

14 volontari in Kenya al campo di lavoro con il Gruppo Missionario Caritas

Sono ben 14 i volontari del territorio casatese, lecchese, monzese e bergamasco partiti alla volta del Kenya per partecipare ad un campo di lavoro promosso dal Gruppo Missionario Caritas di Cassago Brianza. Per 21 giorni il gruppo – di cui fanno parte giovani di Cassago, Colle Brianza, Monticello, Lecco e Mandello – resterà nella missione di Oldoyiro, dove sono previsti lavori di manutenzione a controsoffitti e tetti, la tinteggiatura interna e la sostituzione dei serramenti agli edifici del locale complesso scolastico.

Al centro Lina Milani, referente delGruppo Missionario Caritas Cassago Onlus
durante un'iniziativa insieme al CCCC di Cernusco Lombardone. A sinistra Daina Petracchi e a destra Samuele Arlati

La costruzione della recinzione esterna alla missione di Tabaka, in Kenya

Un’altra opera di solidarietà compiuta dal sodalizio cassaghese, che da 31 anni sostiene progetti, adozioni a distanza e sponsorizzazioni scolastiche in terra africana.
Nel corso del 2016 sono stati ben 528 i bambini supportati a livello scolastico dal Gruppo Missionario, che ha ufficializzato i dati nel periodico quadrimestrale “Il Girotondo”. È il Kenya la regione con il maggior numero di missioni attive, ben dieci, per un totale di 496 minori sostenuti tra le comunità di Oldoniryo, Ewaso, Nbuku, Dol Dol, Kipsing, Machakos, Isiolo, Kinna, Nkabune e Soweto.

La costruzione di una scuola nella missione in Tanzania

La costruzione di una scuola nella missione in Tanzania

Anche in Eritrea, presso la missione comboniana di Sister Haddas Kessete, non è venuto meno il supporto a sette bambini da parte del sodalizio guidato dalla presidente Lina Milani.
Infine, un’intera classe a Neisu nella Repubblica Democratica del Congo riceve aiuti grazie alla mediazione di Padre Antonello Rossi, missionario della Consolata di Bevera.
Sono stati inoltre diversi i progetti finanziati lo scorso anno dal Gruppo missionario cassaghese. In Camerun sono stati inviati 1500 euro per consentire alla giovane Elia di iscriversi alla facoltà di Chimico industriale e studio all’ambiente. In Ciad è stato invece portato avanti il progetto “Balimba” con il sostegno ai ragazzi di strada nella missione in cui opera Suor Annamaria Rivato.

Immagini dalle missioni in Congo dopo il viaggio del missionario della Consolata, Padre Antonello Rossi

Un’occasione preziosa che dura ormai da diversi anni e che consente di provvedere ai bisogni primari, all’istruzione scolastica di base o a corsi professionali per l’inserimento poi nel mondo del lavoro di questi ragazzi disagiati che vivono presso una casa-famiglia. Al centro medico di Getche, in Etiopia, continua invece l’assistenza affetti da malnutrizione. Questo progetto è finanziato dal Gruppo casaghese con un contributo annuo di 3500 euro.
Un’attenzione speciale alle mamme continua ad essere riservata grazie a Sister Clelia Sudiro presso il quartiere di Kingasani, periferia di Kinshasa. Qui sono stati destinati 2mila euro per l’assistenza alle giovani donne incinte, nel momento del parto specialmente nella necessità di taglio cesareo. L’ospedale cittadino oltre ad essere sovrappopolato è infatti privo di una sala operatoria adibita ai parti cesarei e queste donne spesso vengono rifiutate. Le suore hanno anche creato un centro nutrizionale per seguire a livello medico i neonati ed i bambini più piccoli che sono al terzo stadio di malnutrizione, cioè a livello grave.

La missione di Tabaka, in Kenya, ha poi ricevuto 4000 euro per il completamento di una recinzione a protezione della missione.
Anche nella diocesi di Geita, in Tanzania, si lavora per garantire la scolarizzazione e di conseguenza un futuro migliore alle giovani generazioni. Alla missione il Gruppo Missionario Caritas di Cassago ha devoluto 2500 euro per sostenere la scuola elementare e materna a favore dei bambini più bisognosi. Infine, si continua a supportare il progetto dello sviluppo agricolo nelle Filippine, dove il sodalizio cassaghese ha inviato 2500 euro per tenere in vita il centro professionale agricolo “Don Bosco” DI Legazpi.

Qui è attivo un progetto guidato dal salesiano Luigi Parolin che mira a dare assistenza alla popolazione che vive nelle zone collinari intorno alla città. L’iniziativa prevede l’acquisto di concimi, semi e attrezzi necessari ai contadini poveri per intraprendere nuove coltivazioni.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco