• Sei il visitatore n° 205.671.233
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 13 maggio 2014 alle 23:16

In 12 ore assalirono 26 bancomat tra i quali quelli di Malgrate e Civate. In tre a processo

In 12 ore, tra il pomeriggio del 21 aprile 2013 e la mattina del giorno successivo hanno preso di mira ben 26 bancomat appartenenti a banche e uffici postali mettendo insieme un “gruzzoletto” di ben 4.600 euro, piccola parte dei circa 50.000 che, si stima, siano riusciti complessivamente a racimolare imperversando in mezza Lombardia per “far cassa” danneggiando i pos, inserendovi carte clonato per rubare infine parte del denaro contenuto nelle erogatrici di cartamoneta. Sono stati assicurati alla giustizia dai Carabinieri della Stazione di Lomazzo (Como) in collaborazione con i colleghi di Turate, i tre rumeni responsabili di queste scorribande, arrivati ad agire anche nel lecchese e più precisamente a Merate, Olgiate Molgora, Civate e Malgrate dopo essere andati a segno, solo per citare le “bandierine” messe tra il 21 e il 22 aprile dello scorso anno, a Cesano Maderno, Lentate sul Seveso, Rovellasca, Cadorago, Cassina Rizzardi, Macherio, Como, Carugo, Inverigo, Veduggio con Colzano, Correzzana, Usmate Velate, Carnate, Ronco Briantino, Cusano Milanino, Cormano, Limbiate, Varedo, Villasanta, Calusco d'Adda. Cinque, dunque, complessivamente le province colpite dal terzetto: Lecco, Monza, Milano, Bergamo e Como con la Procura di quest’ultimo capoluogo che ha coordinato l’attività di indagine che ha quest’oggi permesso di sgominare la banda di assalitori, in azione già nei due mesi precedenti la raffica di episodi verificatisi a fine aprile. Si tratta di L.V. (classe ’83, residente nel milanese), M.N. (classe ’86, residente nel reggiano) e P.D.C. (classe ’84, residente nel reggiano) già arrestati, tra l’altro, in Turchia in quanto resisi responsabili di reati analoghi anche in quel Paese.
L’inchiesta, avviata a Como, è ora di competenza della Procura di Monza dove il Gip ha già chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio dei tre. Il processo a lora carico prenderà avvio il prossimo mese.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco