• Sei il visitatore n° 174.518.253
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 25 novembre 2017 alle 10:24

Mecenati per la cultura anche nel lecchese con i vantaggi dell'Art bonus. 8 interventi

A tre anni dalla sua nascita l’Art bonus, la legge 106 del 2014 che prevede fino al 65 per cento di detrazioni fiscali per chi si fa mecenate, ha superato a livello nazionale la soglia dei 200 milioni di euro.
Questo provvedimento consente di avere dei benefici fiscali a chi - imprese, fondazioni, privati - sostiene con erogazioni liberali degli interventi a favore del patrimonio culturale pubblico. Anche nella Provincia di Lecco alcuni enti si sono candidati ad essere sostenuti tramite questo meccanismo: il Comune di Lecco, il Consorzio brianteo Villa Greppi, il Comune di Rogeno tramite la Pinacoteca di Brera, il Comune di Barzio e quello di Mandello, per un totale di otto interventi. Quella che ha avuto più successo è stata l’iniziativa a favore del Sistema bibliotecario lecchese, portata avanti da Palazzo Bovara - ente capofila del progetto -: un costo previsto di 125mila euro per “garantire alle biblioteche servizi efficienti e uniformi per tutti gli utenti; avere un impatto positivo nel lungo periodo; consolidare la biblioteca come punto di riferimento per i cittadini attraverso l’introduzione delle nuove tecnologie; incrementare l’offerta della biblioteca digitale”, interamente coperto dall’erogazione di Lario Reti Holding. Il progetto, a cui già il Comune di Lecco aveva assegnato poco più di 38mila euro, è ancora però nella fase “raccolta fondi” e al primo agosto 2017 non un euro dei soldi raccolti era stato speso. Finanziato al cento per cento anche il restauro della “Vergine incoronata con il Bambino e santi” di Enea Salmeggia, opera di proprietà della Pinacoteca di Brera che si trova nella Parrocchia Ss. Ippolito e Cassiano di Rogeno. I 17.080 euro necessari li ha messi Ubi Banca e i lavori adesso sono stati portati a termine.

Il grafico dei finanziamenti ricevuti da Comuni ed Enti: in verde quanto raccolto e in rosso l'importo mancante

Più oneroso l’intervento necessario per il restauro del giardino all’italiana di Villa Greppi per cui il Consorzio che la gestisce avrebbe bisogno di 250mila euro: le donazioni di dieci privati e un’impresa sono ferme a poco più di 2mila ed è ancora aperta la raccolta fondi. Ad approfittare dell’Art bonus il Comune di Barzio che ha messo in cantiere ben quattro progetti, tutti legati a Palazzo Manzoni e alla biblioteca che esso ospita: incremento del patrimonio documentario, incremento della dotazione beni e attrezzature, un nuovo incremento documentario e infine il consolidamento della volta della saletta a piano terra. La prima raccolta fondi di 9.000 euro per l’aumento della dotazione di libri della biblioteca ha riscosso parziale successo: grazie alle donazioni di due persone fisiche che hanno versato 5.500 euro si è infatti realizzato l’intervento.
La seconda campagna con questo stesso scopo, rispetto ai 5mila euro preventivati ne ha raccolti la metà, grazie alla generosità di due persone fisiche e la raccolta fondi è ancora aperta. Nessun versamento a favore di beni e attrezzature per la biblioteca e per la volta della saletta, per cui sarebbero necessari rispettivamente 2.500 e 40mila euro. Solo un versamento di 50 euro anche a Mandello dove all’amministrazione comunale servirebbero 18.500 euro per la manutenzione e il restauro dell'Archivio comunale.

Art Bonus - Home
Manuela Valsecchi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco