Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 100.929.429
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/10/20

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 19 µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Mercoledì 30 maggio 2018 alle 20:28

LC-MI: treno fermo per un guasto, ripercussione su tutta la linea

Serata di disagi per i pendolari lecchesi. Un treno, il 2574, partito da Milano Centrale alle 18.43 e diretto a Lecco, ha arrestato infatti la propria corsa all'interno di una galleria nei pressi della stazione di Olgiate.

Trenord annuncia possibili ritardi fino a 45 minuti, cancellazioni e variazioni. Il personale - avvisano le ferrovie - sta provvedendo alle operazioni di recupero del treno per liberare la linea e riprendere la regolare circolazione.

Dopo un'ora di attesa a bordo del convoglio fermo, come dimostrano le foto inoltrate da un lettore, un passeggero del treno partito alle 18.52 da Porta Garibaldi e fermo a causa "dell'ostacolo" presente sulla linea, spazientito avrebbe azionato la leva d'emergenza, di fatto liberando tutti i compagni di sventura. Diversi di loro si sono infatti avviati a piedi verso la stazione di Cernusco, distante solo 100 metri.

Di seguito quanto successo raccontato da una lettrice:

Buonasera,
Mi rivolgo a voi per segnalare un fatto increscioso accaduto oggi. Il treno 10874 ha sostato per più di un'ora e mezza tra le stazioni di Osnago e Cernusco Merate; a detta di Trenord, per un treno che ne bloccava la circolazione. Allego la foto fatta da mio padre sal binario della stazione di Cernusco, che mostra l'assenza di ostacoli e la distanza del treno dalla banchina di c.a 100 metri.

Alle ripetute richieste di far avvicinare il treno di c.a 100 metri per permettere la discesa, il capotreno insisteva con la versione aziendale dicendo che c'era un ostacolo e non si poteva fare. Alle 21 circa abbiamo forzato le porte e ci siamo incamminati a piedi per i c.a 100 metri che ci separavano dalla banchina. Il treno, dopo un'aggiuntiva ora di attesa, è RETROCESSO nella stazione di Carnate Usmate (2 stazioni prima) ed è ripartito. Ovviamente i finestrini erano chiusi e c'era totale assenza di collaborazione del personale incaricato. Ho tenuto il sigillo usato per azionare l'apertura di emergenza delle porte, ho altri video e foto ed è mia intenzione sporgere denuncia.
Cordialmente
Novella Ciceri
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco