Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 119.123.214
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/04/2021
Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 11 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 11 µg/mc
Scritto Venerdì 01 giugno 2018 alle 16:35

Resinelli: dal 9, nuovi contenuti multimediali alla Casa Museo

L’allestimento della Casa Museo di Villa Gerosa ai Piani dei Resinelli, a 1300 metri di quota, nasce dal desiderio di raccontare (in modo quasi totalmente multimediale) il territorio del gruppo delle Grigne che, dai 900 ai 2500 metri di altitudine, rappresenta un concentrato di bellezze paesaggistiche ricche di forti contrasti ambientali: grandi praterie, distese ghiaiose, boschi di latifoglie, cime e guglie che, sin dal XIX secolo, hanno rappresentato il cuore delle montagne lecchesi e della tradizione alpinistica lombarda.




All’interno del museo, grazie ad immagini artistiche uniche, si è cercato di approfondire i tratti fondamentali del territorio, la storia dell’alpinismo, la flora, la fauna, senza tralasciare i suoni del paesaggio raccontati in modo fedele. Sabato 9 giugno alle ore 16.00 è in programma la presentazione dei nuovi contenuti che arricchiranno il tavolo interattivo dedicato alla storia dell’alpinismo lecchese all’interno della Casa Museo. Tutti gli archivi, anche quelli preesistenti, saranno tradotti in lingua inglese ed avranno un’importante scheda biografica.




Nei nuovi archivi, curati da Alberto Benini, figurano diversi alpinisti che hanno avuto o mantenuto un forte legame con i Piani dei Resinelli: Carlo Mauri, Casimiro Ferrari, Claudio Corti, CAI Legnano, Eugenio Vinante e Pino Negri. Sarà inoltre inaugurato un angolo dedicato all’esposizione di alcuni oggetti evocativi che hanno rappresentato la storia dell’alpinismo.



Il mese di maggio è stato ricco di visite di studenti, soprattutto delle scuole primarie, che con inaspettata curiosità ed attenzione hanno scoperto il Museo. Sempre sabato 9 giugno, in piazza della Chiesa, sarà possibile visitare la mostra storico-fotografica intitolata I PRIMI RIFUGI DELLE GRIGNE (tra fine ‘800 e inizio ‘900) e realizzata dagli studenti del Liceo Giacomo Leopardi di Lecco, nell’ambito dell’attività di alternanza scuola-lavoro.


© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco