• Sei il visitatore n° 175.167.286
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 16 luglio 2018 alle 16:24

Val San Martino: addio ai bus per Cisano e per Colle, in arrivo una ''circolare'' calolziese

Cambieranno e non poco le linee dei bus nel circondario calolziese. Il nuovo programma di bacino - il piano generale su cui si baserà la circolazione dei pullman nei prossimi anni, ma non prima del 2019 - approvato dall'Agenzia per il Trasporto Pubblico di Lecco-Como-Varese prevede infatti alcune significative novità: tagli ai collegamenti con Cisano, nuovi percorsi interni tra Calolzio e Vercurago, semplificazione dei tragitti verso Carenno e sospensione dei collegamenti con Colle di Sogno. Una grande innovazione sarà la creazione di una circolare interna che attraverserà anche le frazioni vercuraghesi e calolziesi.
Settimana scorsa abbiamo anticipato i cambiamenti che riguarderanno la città di Lecco, con alcuni risvolti anche per i collegamenti tra il capoluogo e Calolzio (in particolare per quanto riguarda la linea 7 e la linea 1).
Ora invece ci concentreremo sulla Val San Martino analizzando quanto previsto dall'allegato al programma di bacino che ha già avuto le prime approvazioni da parte dell'Agenzia per il Trasporto.

La linea D40 che oggi collega Vercurago con Cisano
(passando per Calolzio e la zona della Levata) non arriverà più fino al comune bergamasco ma farà inversione di marcia a metà strada, sfruttando la rotonda di Bisone. I collegamenti tra Cisano e Calolzio saranno dunque affidati esclusivamente al treno.
Con i chilometri "risparmiati" sarà creato un nuovo percorso di collegamento interno che da Somasca arriverò fino a via Pomarolo (Sala), una circolare che attraverserà le frazioni passando anche per il Poliambulatorio, che è - insieme alla stazione di Calolzio - una delle fermate cardine di tutto il sistema di trasporto pubblico della Val San Martino.
L'ipotesi progettuale - si legge nel documento - prevede la limitazione della linea VCB Vercurago-Calolzio-Bisone al capolinea di Levata (Comune di Monte Marenzo) transitando dalla rotonda di Bisone per inversione di marcia. Contestualmente, la linea D40 Calolziocorte - Cisano Bergamasco, che presenta sovrapposizioni funzionali con la rete ferroviaria, verrà assorbita dalla nuova linea Vercurago-Bisone. Inoltre, si vuole istituire, all'interno della stessa linea D40-VCB, un percorso circolare all'interno del centro abitato di Calolziocorte, da effettuare con autobus di dimensione ridotta ( per servire la frazione di Somasca) e avente capolinea in via Pomarolo. Il numero di tali corse è previsto pari a 5 per 300 giorni di servizio l'anno.       

Nella linea Calolzio-Carenno-Sopracornola si prevede una "semplificazione" delle corse. Il progetto - come si vede nella cartina qui sotto - non prevede collegamenti diretti tra Carenno ed il poliambulatorio di Sala, che è utilizzato da tutta la Val San Martino ed in particolare dalle fasce più anziane della popolazione. I bus arriveranno dunque in stazione senza deviazioni e lì i passeggeri potranno sfruttare la "nuova circolare", senza dover acquistare un ulteriore biglietto.
L'ipotesi progettuale prevede la semplificazione dei percorsi riducendo il numero di instradamenti, mantenendo solo la variante per gli istituti scolastici. Le corse della linea sono alternate tra: • Calolzio-Rossino-Carenno-Sopracornola-Rossino-Calolzio • Calolzio-Rossino-Sopracornola-Carenno-Rossino-Calolzio La frequenza per e da Carenno/Sopracornola rimane inalterata (16 corse/g, con 2 corse scolastiche).

Salteranno anche i collegamenti diretti con la piccola frazione di Colle di Sogno (Carenno), che si raggiunge attraverso il territorio di Torre de' Busi. I bus si fermeranno nel piazzale di Sogno. Per far fronte ai bisogni di residenti e visitatori, l'Agenzia immagina di istituire una sorta di servizio "taxibus" a chiamata: i pullman saliranno fino al capolinea solo se ci saranno effettivamente passeggeri da trasportare.
Nel dettaglio riportiamo quanto scrive l'Agenzia:
La linea Calolzio-Monte Marenzo-Torre de' Busi effettua il servizio tra le stazioni di Calolzio F.S e i comuni di Monte Marenzo, Torre de' Busi e le frazioni di Colle di Sogno (Carenno) e S. Marco (Torre de' Busi). Considerata la ridotta domanda di mobilità nella parte terminale della linea l'ipotesi progettuale prevede la soppressione del tratto tra Sogno e Colle di Sogno con capolinea alternato alle fermate di San Marco e Sogno. Si prevede, inoltre un sistema a chiamata/prenotazione nel tratto Sogno-Colle di Sogno.

P.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco