• Sei il visitatore n° 174.497.338
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 19 ottobre 2018 alle 18:02

Ultima pedalata della stagione per il don Guanella, fino a Montallegro

Il santuario di Montallegro
I ciclisti del don Guanella di Lecco sono impegnati nell’ultima pedalata della stagione, come il Giro di Lombardia per il calendario internazionale. Sabato 20 ottobre saranno sul tracciato da Varzi, nell’Oltrepò pavese, sino al santuario basilica di Nostra Signora di Montallegro, in Comune di Rapallo. Un percorso di oltre 120 chilometri, dove saranno affrontate alcune asperità, in particolare quella finale, in quanto il santuario di Montallegro si trova su un colle a poco più di 600 metri sul livello del mare. La comitiva parte in bus dal don Guanella di via Amendola alle 6 ed a Varzi sarà pronta per il via alle ore 9. Il gruppo è formato da 16 ciclisti, tutti grandi amatori del pedale a due ruote, guidati da don Agostino Frasson. Nel santuario di Montallegro, considerato tra i principali edifici mariani nel territorio metropolitano genovese e dell’intera Liguria, verrà celebrata una Messa di ringraziamento per l’annata lasciata alle spalle e per il ricordo commosso di amici che non ci sono più. La stagione 2018 del ciclismo don Guanella ha visto un’intensa attività amatoriale ed educativa. Vi è stata in prima fila la Gran Fondo sulle strade lecchesi e lariane verso la cascina didattica di Valmadrera, che ha intensificato il suo già ricco programma di novità e di iniziative agricole.


Un gruppo di ciclisti del don Guanella, dopo una pedalata

Si è ripetuto, poi, il tradizionale pellegrinaggio alla Madonna protettrice dei ciclisti, sul colle del Ghisallo, in territorio comunale di Magreglio, in posizione panoramica stupenda sul ramo lecchese del Lario e su tutto il centro lago. Nel calendario 2019 il pellegrinaggio a Magreglio assumerà un particolare rilievo, in quanto ricorre il 70° anniversario (anno 1949) del decreto del Pontefice Pio XII, che elevava la Madonnina della chiesetta sul valico protettrice internazionale dei ciclisti, come da richiesta avanzata dall’allora parroco don Ermelindo Viganò.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco