Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 101.041.552
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/10/20

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 19 µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Martedì 18 novembre 2014 alle 20:01

Lecco: incinta porta i 2 figli a mangiare la pizza e scappa, l'allerta del commerciante

"Mi scusi sono senza spiccioli... vado a prelevare e torno" ma non si è fatta più rivedere.
Questo lo spiacevole episodio capitato ieri intorno all'una di pomeriggio ai gestori della pizzeria d'asporto Vizi e Sfizi nei pressi del ponte Badoni a Lecco.
Protagonista una giovane mamma incinta, dall'accento dell'est (probabilmente una zingara), con due bambini piccoli al seguito. Dopo aver pranzato (pizza e patatine fritte per i 2 piccoli), una volta arrivata alla cassa, ha "confessato" di avere il portafoglio vuoto assicurando che sarebbe tornata da li a poco, giusto il tempo di prelevare nel Bancomat che si trova proprio a pochi metri dal locale.
Ma le ore passano e la donna - manco a dirlo - non si fa più rivedere.
"Si è trattato di pochi spiccioli, circa 8 euro, ma certo ha rattristato vedere un comportamento simile. Per di più abbiamo anche battuto lo scontrino quindi pagheremo l'iva su dei soldi che non abbiamo ricevuto" ci ha raccontato il gestore che, mentre rincasava, ha incrociato di nuovo la donna nei pressi del centro commerciale delle Meridiane, chiedendole spiegazioni per il comportamento.
"L'ho subito riconosciuta e quando mi ha visto è letteralmente sbiancata, provando a pronunciare qualche scusa molto vaga. Ho anche pensato di chiamare i Vigili Urbani ma per soli 8 euro ho preferito lasciare perdere. ­- ha continuato il titolare -  Non voglio fare polemiche ma solo segnalare l'episodio a tutti i commercianti, perché stiano attenti se vedono la signora, incinta di diversi mesi, entrare nel proprio negozio o nel proprio bar".
8 euro non cambiano la vita, ma certo rimane l'amarezza di essere stati derubati e presi in giro. "Anche io ho un figlio. Se la signora era davvero in difficoltà economiche poteva dirmelo: avrei certamente detto loro di ripassare più tardi e gli avrei offerto qualche trancio di pizza che avanza sempre all'ora di chiusura..."
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco