Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.687.378
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 09 marzo 2019 alle 10:58

E' mancato Antonio Balbiani, personaggio d’arte e di cultura

Antonio Balbiani in primo piano con Ennio Morlotti
Si celebra lunedì 11 marzo, alle ore 10, nella chiesa parrocchiale del Sacro Cuore in Mandello Lario il funerale del prof. Antonio Balbiani, 87 anni, già sovrintendente ai beni culturali del territorio lecchese, conservatore dei civici musei presso palazzo Belgioioso in Lecco ed assessore nella Giunta del sindaco Mario Sforza a Mandello Lario.
Al notevole impegno culturale ed artistico di Antonio Balbiani si deve un intervento di salvataggio della Torraccia di Abbadia Lariana, definito un mistero d'altri tempi, probabilmente risalente al 1100, che rischiava di divenire un cadente spartitraffico lungo la superstrada 36 allo svincolo, con i lavori di ampliamento e di raddoppio della stessa importante arteria.
Antonio Balbiani, nella sua presenza a palazzo Belgioioso di Castello ebbe un parte di rilievo nella prima ristrutturazione anni '60 dell'antico edificio, con il sindaco Angerlo Bonaiti e l'assessore alla cultura Antonietta Nava. E' stato anche il primo conservatore di villa Manzoni al Caleotto, quando la stessa entrò nel patrimonio dei Civici Musei con l'acquisizione da parte del Comune di Lecco, con il primo cittadino Alessandro Rusconi. E' stato poi collaboratore culturale del Giornale di Lecco, in particolare sulla terza pagina. Da ricordare i suoi interessanti servizi quando, nel 1965/1966 ebbero luogo gli importanti lavori di restauro dell'antichissima chiesetta di San Giovanni Battista, risalente all'anno Mille, nel vecchio nucleo di Varenna.
Balbiani è stato il coordinatore dell'allestimento scenico della mostra antologica del famoso pittore Ennio Morlotti, organizzata nella primavera 1963 dall'Azienda Turismo di Lecco, con il presidente Gianni Discacciati, e dal Centro di Cultura, con il presidente Giacomo De Santis. Venne presentata con un'importante conferenza dell'on.le Raffaele De Grada, noto critico d'arte, titolare di trasmissione culturale alle RAI TV.
Lunedì prossimo, dopo il rito funebre nella parrocchiale del Sacro Cuore, la sepoltura avrà luogo nel cimitero di Mandello Lario.
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco