• Sei il visitatore n° 174.507.535
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 29 novembre 2014 alle 14:46

Lecco:consegnate ben 4 borse di studio in ricordo di Riccardo, a 7 anni dall'incidente

Per il quinto anno consecutivo Riccardo Viganò è stato ricordato dai famigliari, dagli amici e dai professori dell'Istituto Fiocchi con quattro borse di studio.
La cerimonia di consegna è stata un'occasione per ricordare il giovane, le sue passioni, i suoi sogni e i suoi numerosi pregi a 7 anni esatti da quel 29 novembre 2007 quando rimase coinvolto in un terribile incidente mentre in macchina con amici si recava a Lecco.

Riccardo Viganò

I ragazzi premiati con i professori e i famigliari di Riccardo

Anche quel giorno Riccardo era uscito dalla sua casa a Dolzago come tutte le altre mattine, diretto all'istituto Fiocchi dove frequentava la 5H. Ma al suo banco di scuola non è mai riuscito ad arrivare.
Il 17 luglio 2009, 20 mesi dopo quel tragico giovedì, Riccardo si è spento al termine di un lungo periodo di coma.

Gricichin Enea con la mamma Antonella

Rocca Gilberto con papà Marco Viganò

"Ricordo ancora oggi che quella mattina Riccardo avrebbe avuto l'interrogazione di italiano. Una materia che non amava ma che aveva comunque studiato con impegno, cercando di preparandosi al meglio - sono state le parole della madre Antonella - E' proprio questo l'invito che voglio fare a tutti i ragazzi: mettetevi continuamente in gioco, non scoraggiatevi, non arrendetevi di fronte alle difficoltà ma continuate sempre a puntare in alto per realizzare il vostro futuro. Se occorre nuotate controcorrente. Siate curiosi nella vita e sfruttate ogni vostra capacità".

Gueye Khadim con la professoressa Gallotti

Demaj Emanuele con il prof. Cesana

E' stato un ricordo commosso anche quello che hanno voluto portare i professori che hanno potuto conoscerlo. Un ragazzo speciale, buono, impegnato nel sociale, interessato alle nuove tecnologie che amava studiare, conoscere e soprattutto toccare con mano.

"Era un ragazzo straordinario che si era distinto per l'assoluta educazione e per il grandissimo interesse  che nutriva per le attività di laboratorio" ha ricordato il professore Raffaele Cesana, mentre la collega Antonella Gallotti ha invitato tutti gli studenti di oggi "a trovare la grandissima passione che lo contraddistingueva, che lo aveva fatto diventare un punto di riferimento per tutti i compagni di classe".

Sono quattro i ragazzi che quest'anno hanno ricevuto il premio messo a disposizione dalla generosità di mamma Antonella e di papà Marco: Gueye Khadim (5°D), Demaj Emanuele (5°D), Rocca Gilberto (5°E) e Gricichin Enea (5°C), che è riuscito a ottenere il terzo posto in un corso nazionale di elettrotecnica.

"Abbiamo voluto premiare i ragazzi che si sono distinti per il loro rendimento scolastico, con un occhio particolare alle attività di laboratorio, e anche per il loro comportamento" ha spiegato il prof. Cesana.
Alla cerimonia di consegna questa mattina hanno voluto anche partecipare alcuni amici di Riccardo e l'ex parroco di Santa Maria (comune dove papà Marco presta servizio come agente di Polizia Locale) don Carlo Turrini, amico della famiglia.
Paolo Valsecchi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco