• Sei il visitatore n° 175.173.891
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 08 aprile 2019 alle 14:50

'Ho visto il pugno' ma forse era uno schiaffo tirato di destro da un mancino. Confusione al processo a Fedez ambientato al Nameless

"Ho proprio visto Fedez sferrare un pugno" ha detto con convinzione. Per poi fare marcia indietro nel momento in cui l'avvocato difensore del rapper gli ha ricordato come, sentito dai Carabinieri a stretto giro rispetto alla presunta aggressione, aveva parlato invece di uno schiaffo. "Ho visto il gesto del braccio, insomma" si è così corretto Luca Botter, fotografo noto nel mondo musicale, amico - per sua stessa ammissione - della presunta persona offesa, quel DJ Mc Cece, al secolo Cesare Mario Guglielmo Viacava, suo cliente oggi come allora.

Fedez e DJ Mc Cece

Il testimone odierno è l'unico, al momento, ad aver confermato al cospetto del giudice di Pace del Tribunale di Lecco Antonella Signorile, il supposto colpo inferto dal marito di Chiara Ferragni al denunciante nel backstage dell'ultima serata dell'edizione 2016 del Nameless Music Festival di Barzio. Lo avrebbe tirato - a suo dire - con il braccio destro (pur essendo notoriamente mancino), colpendo il vocalist, presentatore fino a quell'anno dell'evento che ogni estate attira in Valsassina migliaia di ragazzini e appassionati di musica elettronica, sulla guancia sinistra, all'esito di una discussione, dopo che i due, visto il baccano che regnava dietro al palco, avrebbero battibeccato parlandosi all'orecchio. Lui, il Botter, avrebbe visto tutto, da cinque metri di distanza. Una versione che non torna né con quella resa da Mc Cece che, deponendo, la scorsa udienza, aveva detto di essere insieme al fotografo al momento dell'ipotizzata aggressione né da quella offerta invece, quest'oggi in Aula, da Mattia Balardi, più noto come Mr Rain. Quest'ultimo, rapper bresciano classe 1991, "sbocciato" negli ultimi anni, ha ricordato di aver ottenuto, come Botter, l'accredito gratuito alla manifestazione grazie a DJ Mc Cece, puntualizzando a precisa domanda del viceprocuratore onorario Caterina Scarselli, di non aver però assistito al pugno al centro del processo per lesioni intentato contro Federico Leonardo Lucia, per tutti Fedez. Ha detto però di aver sentito i due protagonisti della diatriba urlare mentre, con Botter, si trovava a 10 metri di distanza dalla coppia, di essersi così voltato e di aver dunque visto uno sputo all'indirizzo di Viacava mentre i contendenti "si stavano spintonando".

Luca Botter e Mister Rain

Ricostruzioni, quelle dei due artisti sentiti nella mattinata odierna, non propriamente in linea. E in netto contrasto con la deposizione di Francesco Cirillo, membro dell'organizzazione del Nameless che ha "sconfessato" il querelante, sostenendo, sotto giuramento, non solo di non aver avuto contezza della supposta aggressione ma di non aver neppure saputo dalla stessa dal presentatore e dunque di non averlo inviato a farsi medicare, come invece riferito dalla persona offesa, costituitasi parte civile tramite l'avvocato Claudio Schiaffino, oggi sostituito da una collega. Dietro le quinte, a suo dire, "Fedez non era affatto nervoso. Non sapevamo del suo arrivo fino al giorno stesso ma era serenissimo, non ha avanzato alcuna richiesta" ha aggiunto, precisando come, le star, di solito, non lesinino nelle pretese.
"Sono stato colpito da Fedez: mi ha dato un pugno". Questo avrebbe invece detto Viacava ai volontari del Soccorso Bellanese Paolo Rusconi e Valentina Arcidiacone, chiamati a testimoniare come già, alla scorsa udienza, altri tre "colleghi" in servizio quella sera presso la tenda di primo soccorso allestita a poca distanza dal tendone ospitante il Festival. Entrambi hanno evidenziato come, presentandosi al loro cospetto, il vocalist abbia chiesto (secondo la donna in modo irruento) il rilascio di un referto medico, allontanandosi dopo essersi sentito rispondere che per ottenerlo avrebbe dovuto rivolgersi al Pronto Soccorso o al presidio di continuità assistenziale di Introbio. "Se avessi visto tumefazioni, rossori, gonfiori o ferite lacerocontuse, avrei insistito maggiormente affinché si facesse visitare" ha altresì puntualizzato l'operatrice del 118, senza ricordarsi di ecchimosi particolari sul volto di Cece, pur ammettendo che non sempre un pugno lascia il segno nell'immediato.
Esauriti i testi citati dalla pubblica accusato, il prossimo 28 ottobre toccherà a uno della parte civile e 3 della difesa - tra i quali Fabio Rovazzi - indagati tra l'altro, a Milano, su richiesta della Procura di Lecco, per un ipotizzato falso commesso nel rilasciare dichiarazioni all'avvocato Cristiano Magaletti, primo legale di Fedez, poi sostituito dal collega Gabriele Minniti. Quest'ultimo ha già anticipato che il proprio assistito, con ogni probabilità, prima della conclusione dell'istruttoria, rilascerà quantomeno spontanee dichiarazioni, presentandosi dunque personalmente al cospetto dalla dottoressa Signorile per offrire la propria versione dell'accaduto. Non resta che attendere il proseguo del dibattimento.

Articoli correlati:
17.10.2018 - Querelle giudiziaria tra Fedez e Mc Cece: archiviate le denunce incrociate per calunnia dopo il presunto pugno di Barzio
08.10.2018 - Mc Cece racconta in Aula il (presunto) pugno ricevuto nel backstage del Nameless 2016 da Fedez
06.09.2018 - Dopo Fedez, il presunto pugno inferto dal rapper a Mc Cece al Nameless di Barzio 'inguaia' anche Rovazzi: ha mentito?
19.03.2018 - Il ritornello non cambia al processo a Fedez per il presunto pugno a Mc Cece: per 'conciliare' la palla passa al Procuratore
27.10.2017 - Presunto pugno al Nameless 2016: la denuncia per calunnia di Fedez contro Mc Cece fa saltare la conciliazione. Il rapper a processo
18.09.2017 - Scontro Fedez-Mc Cece al Nameless di Barzio, chiesto un rinvio per trovare un accordo tra le parti
07.07.2017 - Lecco: un accordo chiuderà lo scontro Mc Cece-Fedez. Il giudice propone ai due una stretta di mano 'paparazzata'
14.06.2017 - Lecco: il rapper Fedez comparirà a luglio dal Giudice di Pace per il presunto pugno sferrato a dj Mc Cece al Nameless 2016
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco