Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.961.562
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 20 maggio 2019 alle 10:05

Canoa paraolimpica: il derviese Klokpah in Polonia per la Coppa del mondo

Tutto pronto in Polonia per le prove della Coppa del mondo e del Campionato europeo di canoa. In acqua anche il derviese Kwadzo Klokpah che ha recentemente conquistato un altro titolo italiano e che nei 200 metri in K1 vestirà i colori nazionali per cercare un risultato importante in vista delle Olimpiadi dal Giappone nel 2020.

Kwadzo Klokpah

Klokpah, atleta della Canottieri Lecco, da due anni è entrato nella nazionale paraolimpica nella specialità K1.
Negli ultimi anni il derviese ha incassato diversi successi conquistando una serie di titoli italiani e facendo buoni risultati alla prima prova mondiale lo scorso anno.
Dopo qualche problema di salute che lo ha infastidito nelle ultime settimane Klokpah si dice pronto: “Vado, come tutti gli altri portacolori italiani, con lo spirito migliore e con la speranza di fare bene. In questi mesi ci siamo preparati molto bene e mi sento pronto. Ho avuto qualche problema ma le visite mediche sono state confortanti e quindi in acqua a testa bassa e cercherò di fare del mio meglio”.

Lo scorso anno in Ungheria e quest’anno in Polonia l’atleta lecchese porta i colori della nazionale ma anche della Canottieri: “Per me la Canottieri Lecco è una seconda casa insieme alla mia famiglia a Dervio. Ho iniziato a remare qui e subito ho trovato tanta professionalità e amicizia, senza questo ambiente non avrei raggiunti i risultati che mi hanno poi permesso di entrare in nazionale dove ho trovato altri amici e tecnici con competenze e capacità straordinarie. Devo ringraziarli tutti e spero di poter fare bene in Polonia per rendere merito a loro”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco