Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 77.807.719
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 22 maggio 2019 alle 11:59

La nazionale attori al Rigamonti contro una formazione ''scolastica'' lecchese

"Palermo chiama Italia ... Lecco risponde", è il titolo sul manifesto nel quale, come simbolo della città lariana, spicca l'ormai sempre più popolare "Matitone" della basilica di San Nicolò che sta scavalcando i tradizionali riferimenti del ponte trecentesco di Azzone Visconti e della barca con gli archi nel manzoniano Addio Monti.

 

Il manifesto con il matitone di San Nicolò


Nel programma della tre giorni di iniziative, sostenuto in particolare dall'Istituto Bertacchi, in occasione del 27° anniversario delle stragi di Capaci e di via D'Amelio, a Palermo, c'è anche una partita di calcio che si disputerà giovedì 23 maggio, con inizio alle ore 10, allo stadio Rigamonti-Ceppi. Scenderanno in campo la nazionale attori contro una formazione di magistrati, di docenti e di personale scolastico di istituti lecchesi della città e del territorio. Non sono una novità per lo stadio lecchese le partite di formazioni nazionali che rappresentano categorie extra calcistiche.

La formazione attori vent’anni or sono al Rigamonti, con Franco Oppini (terzo da sinistra, in piedi)

Si possono ricordare benissimo quelle dei cantanti, delle attrici, delle vallette, dei personaggi TV, ma anche dei ferrovieri, dei magistrati, degli avvocati, dell'AIDO, dei dipendenti comunali, con le città gemelle di Macon e di Igualada, ed altro ancora. Il match di giovedì 23 vede il ritorno sul terreno del Rigamonti-Ceppi di Franco Oppini, già presente oltre vent'anni or sono in una partita contro una formazione locale di svariata composizione, Oppini era popolare per il successo ottenuto con il gruppo "I gatti di vicolo Miracoli" ed era all'inizio di una carriera ulteriore che si è divisa tra cinema, televisione e teatro. Nella formazione di Oppini c'era il quasi esordiente Valerio Staffelli, divenuto poi popolari con il "tapiro" di Striscia la Notizia, su Canale 5. All'ingresso dello stadio sarà possibile acquistare la maglietta commemorativa bianca con il logo dell'iniziativa ed il simbolo del campanile di San Nicolò. La si può acquistare con un'offerta minima di 4 euro che, in parte, andrà a sostenere l'Associazione di don Dino Puglisi, il coraggioso parroco di Palermo assassinato dalla mafia. Nella cronistoria delle formazioni extra calcistiche scese sul terreno del Rigamonti c'è da ricordare come straordinaria affluenza di pubblico quella della nazionale cantanti, appena dopo il Festival di Sanremo 1987, con il trio Morandi, Ruggeri, Tozzi ed il successo di "Si può dare di più ...". I cantanti affluirono nel sabato di vigilia presso l'hotel Griso di Malgrate.

Gianni Morandi e Sandro Mazzola al Rigamonti , in un’altra partita fra cantanti e vecchie glorie

La formazione, che aveva come capitano il popolare paroliere Mogol, giocò contro una compagine lecchese che andava dai magistrati ai vigili urbani, dai ferrovieri ai sindacalisti. Il calcio d'inizio venne dato dall'allora sindaco Giulio Boscagli. Gianni Morandi è stato a Lecco anche per disputare un incontro con una formazione guidata da Sandro Mazzola, reduce dagli anni migliori con i colori dell'Inter e della maglia azzurra della nazionale. Quel giorno Mazzola disse di conservare nella memoria una partita giocata a Lecco contro i blucelesti del presidente Ceppi, nella quale l'Inter vinse per 2 a 0 con una sua marcatura. Il ricordo era esatto: la partita è stata quella del 16 ottobre 1966, 5^ giornata del campionato di serie A. L'Inter vinse contro il Lecco con reti di Mazzola e Domenghini. Arbitrò il prestigioso Concetto Lo Bello, di Siracusa.
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco