Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.880.343
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 07/03/2021
Merate: 30 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 24 µg/mc
Scritto Domenica 26 maggio 2019 alle 20:11

Parlasco: esito negativo per le ricerche del runner Pio Mainetti. Si valuta se proseguire

Anche quest'oggi hanno dato esito negativo le ricerche di Pio Mainetti, il 65enne residente a Perledo, disperso dallo scorso 14 maggio quando era uscito per un allenamento nei boschi dell'alto lago.

Grande il dispiegamento di forze messo in campo quest'oggi: più di cento persone hanno infatti partecipato alle operazioni. Tra questi una sessantina di uomini del Soccorso Alpino (lecchese e bergamasco), circa quindici volontari del gruppo cinofilo degli alpini, vigili del fuoco, finanzieri e una decina di volontari della Croce Rossa. Insieme a loro si sono messi sulle tracce del disperso anche amici, familiari e conoscenti, circa una quarantina di persone.

A Parlasco è stato infatti allestito il CCR - Centro comando ricerche; a partire dall'alba, a turno, oltre cento soccorritori hanno perlustrato il territorio nei dintorni di San Defendente e nella zona di Comasira, tra i 500 e i 1500 metri di quota. Le operazioni si sono avvalse anche dell'impiego di una decina di Cor (coordinatori di ricerca) e Ter (tecnici di ricerca), formati per questo compito specifico e con esperienza acquisita in diverse operazioni di ricerca.


Le ricerche sono cominciate Intorno alle 6:30; in mattinata ha piovuto e ciò ha reso ancora più impegnative le operazioni. che sono andate avanti fino alle 17:00. Sono stati vagliati canali e scarpate, soprattutto quelli in prossimità dei sentieri, però non è emerso nulla.

Non è da escludere che in settimana possano essere intraprese altre attività; i soccorritori sono pronti a ripartire immediatamente se emergeranno informazioni o indicazioni utili a ritrovare Pio Mainetti. L'ultima parola sulla ripresa delle attività spetta alla Prefettura.
Articoli correlati:
25.05.2019 - Parlasco: oltre 100 soccorritori alla ricerca di Pio Mainetti, scomparso nei boschi dal 14 maggio
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco