• Sei il visitatore n° 182.242.553
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 31 maggio 2019 alle 09:25

Valmadrera: Ascolto replica alla Lega sulla mancata lista unitaria

A elezioni ormai archiviate, altro strascico polemico a Valmadrera. Dopo le accuse mosse a "Ascolto" da Flavio Nogara quale rappresentante della Lega, la lista civica capitatana da Guido Villa risponde a tono, ricostruendo da proprio punto di vista i passi che hanno portato alla creazione di due formazioni distinte, aprendo la strada alla rielezione di Progetto con Antonio Rusconi sindaco. Riceviamo dunque e pubblichiamo il testo completo.


All’indomani delle elezioni amministrative, alcuni rappresentanti della Lega eletti in Consiglio comunale a Valmadrera, hanno reso dichiarazioni pubbliche tirando in ballo in modo del tutto sguaiato e fuori luogo Ascolto Valmadrera con accuse completamente false e mistificatrici della realtà Vogliamo ribadire con serenità, ma con fermezza, la linea ideale che ha caratterizzato Ascolto Valmadrera fin dalla sua nascita “ufficiale” che - vale la pena di ricordarlo - risale ad inizio 2019, nascita preceduta da mesi e mesi di lavoro preparatorio del programma.
Due sono stati i principi messi in chiaro da subito: apartiticità e soluzione di continuità con il recente passato, quindi una lista senza simboli di partito e senza nessuna persona presente nel Consiglio comunale uscente. Stabiliti questi principi, chiunque avesse condiviso il programma sarebbe stato ben accetto. In questa prospettiva, Ascolto Valmadrera, nelle persone di Guido Villa e di Livio Dell’Oro, ha più volte incontrato una delegazione della Lega costituita da Flavio Nogara e Stefano Parolari.
La Lega, da un’iniziale conferma di un appoggio esterno è passata via via a voler dettare condizioni quali l’imposizione di nomi incompatibili con il principio della soluzione di continuità con il recente passato e la presenza del proprio simbolo nella lista.
Va anche detto che nel frattempo Ascolto Valmadrera aveva accolto - a dimostrazione della propria buona volontà di dialogo - la candidatura di Marco Consonni, esponente della Lega.
Ascolto Valmadrera non poteva certo accettare pretese che andavano a snaturare i propri principi ispiratori e quindi la Lega ha unilateralmente interrotto ogni forma di dialogo, decidendo di costituire – buona ultima – una propria lista nella quale ha inserito anche il Consonni.
Alla luce di tutto ciò è del tutto evidente che la Lega non abbia mai avuto la seria intenzione di collaborare con Ascolto Valmadrera ma che al contrario sia andata scientemente alla rottura per tentare di giustificare di fronte all’opinione pubblica la formazione di una propria lista.
Un’ultima considerazione: affermare, come fatto da Flavio Nogara che “Villa non ha voluto fare accordi con il primo partito a livello locale e nazionale (?)” o che “In questo momento storico (?) è arrogante e offensivo chiedere ad un partito come la Lega di non partecipare alle elezioni comunali per lasciare spazio ad una lista civica” è una menzogna che Ascolto Valmadrera rimanda al mittente. Chi ha partecipato ai contatti tra Ascolto Valmadrera e la Lega conosce benissimo la verità, verità che dando prova di onestà intellettuale Nogara e Parolari potrebbero benissimo confermare.

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco