Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.774.172
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 11 giugno 2019 alle 18:26

Olginate: 13 i progetti ammessi alla fase di voto del Bilancio Partecipato, un successo

Dalla realizzazione di un campo da trial all’organizzazione di una festa medievale e di un ciclo di incontri sull’utilizzo degli strumenti digitali per nonni e nipoti, dalla costruzione di una pensilina per la fermata dell’autobus in via Spluga al ripristino di epigrafi e lapidi commemorative, dall’allestimento di una mostra di Bruno Bozzetto all’abbellimento dei lampioni del paese, fino alla creazione di orti comunali e di un giardino “stupidero”. Sono ben tredici – tutti chiari e dettagliati – i progetti ammessi alla fase di votazione del Bilancio Partecipato, l’iniziativa lanciata qualche mese fa dall’Amministrazione Comunale di Olginate con l’obiettivo di creare un “ponte” tra democrazia diretta e partecipativa, ovvero, in concreto, di stimolare la partecipazione attiva dei cittadini per il miglioramento e la crescita “dinamica” del paese.

Il sindaco Marco Passoni e l’assessore Roberta Valsecchi alla prima serata di presentazione del Bilancio Partecipato

Privati, gruppi di persone e associazioni hanno quindi avuto la possibilità di presentare uno o più progetti relativi agli ambiti più disparati, con il solo vincolo di restare entro il budget di circa 10.000 euro stanziato dall’Amministrazione per la loro realizzazione. Tredici, come anticipato, quelli ammessi – previa valutazione a cura degli uffici competenti – alla fase successiva, mentre altri tre sono stati scartati perché troppo onerosi economicamente (come nel caso del campo da basket sognato dalla Consulta Giovani) o perché già in programma (un pannello informativo in “periferia” voluto dall’AVIS e l’installazione di DAE proposta dall’associazione Olginate Si Cambia). “Per noi è stata un’enorme soddisfazione riuscire a raccogliere così tante idee, soprattutto alla prima “edizione” dell’iniziativa” ha commentato l’assessore al Bilancio Roberta Valsecchi. “Spesso non è facile far passare certi concetti e coinvolgere attivamente i cittadini nelle nostre scelte, ma questa volta i risultati sono stati assolutamente positivi, oltre ogni aspettativa”. Tutti i progetti ammessi ed elencati nell’immagine sottostante sono consultabili nel dettaglio su un’apposita area del sito del Comune di Olginate (clicca qui).


Fino al prossimo 21 luglio, infatti, tutti i cittadini a partire dai 16 anni avranno la possibilità di scegliere quello che ritengono di maggior interesse e che vorrebbero vedere realizzato in paese, offrendo eventualmente anche un contributo economico: per farlo è sufficiente scaricare la scheda di voto e inviarla all’indirizzo mail cultura@comune.olginate.lc.it unitamente a una copia del proprio documento di identità (è possibile esprimere una sola preferenza); in alternativa, è possibile consegnare la scheda in formato cartaceo nelle due date del 6 luglio presso l’atrio del Municipio e del 21 luglio sul lungolago, in occasione della “Festa d’acqua dolce”. I progetti vincitori saranno proclamati sul finire dell’estate, per poi essere realizzati entro il 2020 utilizzando i 10.000 euro (con l’eventuale aggiunta di altri piccoli contributi) stanziati dall’Amministrazione Comunale per il Bilancio Partecipato. “Quelle pervenute sono tutte idee buone e apprezzabili, perciò anche quelle che non supereranno la selezione saranno tenute in conto per il futuro” ha assicurato infine l’assessore Roberta Valsecchi.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco