• Sei il visitatore n° 182.964.909
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 05 luglio 2019 alle 11:31

Lecco: Giorgio Riva e la Lucia concludono il periplo del lago

Ha concluso positivamente il periplo esterno di tutto il lago di Como per un totale di 142 chilometri. L’impresa è stata recentemente messa a segno da Giorgio Riva, residente a Carate Brianza e noto per la professione di istruttore presso la piscina de “La Nostra Famiglia” a Bosisio Parini, oltre che curatore di un sito di montagna.
Alla passione per le vette, unisce quella per l’acqua: nel tempo libero, infatti, si diletta in vasca - o al lago, quando la stagione lo consente - ed è affiliato alla Como Nuoto.

Giorgio Riva

Giovanni Nogara

Dopo aver portato a termine, in tre distinte occasioni, i tre rami del lago (Bellagio-Lecco, Bellagio-Como e Bellagio-Colico), quest’anno ha deciso di compiere l’intero giro a bracciate. Nell’iniziativa, patrocinata dalle due Province e dalle due città di riferimento (Lecco e Como) e di cui Como Nuoto è stata partner, è stato sostenuto anche dal gruppo “i Laghee” di Bellano che lo hanno seguito con le Lucie, le imbarcazioni tipiche del lago; il Globe Kiter di Colico; Acquastore di Oleggio (No), sponsor tecnico per le mute e altro materiale e Italianway e appartamenti sul Lago di Como con sede a Bellano.

Partito con un giorno di ritardo rispetto a quanto programmato a causa del maltempo, Giorgio ha lasciato alle sue spalle il pontile di Viale Geno a Como domenica 23 giugno e lo ha nuovamente “agganciato” domenica 30 giugno. Otto giorni esatti, come da previsione. “L’impresa, portata a termine rispettando le tempistiche, è stata conclusa anche da Giovanni Nogara, presidente de “I Laghee” delle Lucie di Bellano che, con la sua imbarcazione, ha fatto tutto il periplo remando da solo e in condizioni a volte difficili, come quando c’è il vento. È stato quindi un doppio record perché è la prima volta che una Lucia riesce a compiere l’intero giro esterno in maniera continuativa” ha detto soddisfatto Giorgio. “Siamo stati fortunati anche dal punto di vista del metereologico: le giornate sono sempre state soleggiate, non abbiamo incontrato particolari venti o perturbazioni”.

L’impresa si è conclusa positivamente, ma non sono mancate le difficoltà come lo stesso Giorgio ha raccontato: “I momenti di fatica ci sono stati sicuramente perché non è semplice fare circa venti chilometri al giorno. Ho avuto problemi soprattutto al polso e alla mano che si era affaticata, ma sono riuscito a stabilizzare la situazione e a continuare a nuotare. Inoltre, ogni tappa aveva le sue difficoltà ma è stato molto bello anche condividere l’esperienza con Giovanni: dal momento che la Lucia è un’imbarcazione che sfrutta l’utilizzo della forza umana con i remi, sentivo che si avvicinava un pò alla mia fatica mentre stavo nuotando. Questo feeling che si è creato è stato molto positivo”.

Quanto alla buona riuscita del progetto, il nuotatore della Como Nuoto, ha aggiunto: “È stato sicuramente molta emozionante per me perché era un obiettivo a cui ambivo da tempo. È un’idea, un sogno che avevo da un paio d’anni quello di fare qualche cosa distribuito su più giorni, a tappe, che non fosse solo di una giornata ma meglio organizzato e pianificato”.
La gioia è arrivata alla fine del percorso, quando in tanti erano pronti ad aspettarlo per complimentarsi con lui: “La parte più emozionante, però, è stata quando, da distanza, ho incominciato a intravedere il promontorio e la Como nuoto. Ormai sapevo di farcela e tutto si è concluso bene. Il momento dell’arrivo è stato una grande soddisfazione: era presente anche il sindaco del mio paese, poi c’erano amici e parenti. Insomma, è stata una bella festa. Ho avuto tante soddisfazioni e la grande emozione di aver realizzato l’impresa grazie al supporto della Como Nuoto che ha curato bene la logistica e l’organizzazione prima di partire e gli sponsor che hanno creduto in questo progetto”.
Ora, grazie agli scatti raccolti in questi giorni, anche attraverso i droni, si pensa di creare un piccolo filmato che, oltre a raccontare l’impresa con le immagini, fa conoscere anche i primi approcci di Giorgio con l’acqua e le sue prime bracciate.
Articoli correlati:
01.06.2019 - Il periplo del lago di Como in solitaria a nuoto, la nuova impresa di Giorgio Riva
M.Mau.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco