Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.013.476
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 23/02/2021
Merate: 80 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 54 µg/mc
Lecco: v. Sora: 50 µg/mc
Valmadrera: 71 µg/mc
Scritto Lunedì 22 luglio 2019 alle 12:35

Metti una sera a cena con la Comunità Montana come portata principale

Quest’anno tra gli obiettivi della compagine leghista c’è il rinnovo dei nuovi vertici della Comunità Montana del Lario Orientale, punto che sta a cuore in particolar modo a Stefano Simonetti. Simonetti, consigliere di minoranza a Valgreghentino, ha di fatto focalizzato la campagna elettorale delle scorse amministrative sullo slogan “No Parco”, chiedendo a gran voce l’uscita del Comune di Valgreghentino dal Parco del Curone. Sperava nella conquista dei voti dei cacciatori e dei proprietari terrieri, ma l’esito elettorale ha dimostrato un clamoroso flop. Infatti, nonostante il successo della Lega alle Europee, a Valgreghentino ha vinto di gran misura il 29enne Matteo Colombo, notoriamente a favore del Parco. Ecco dunque che a Simonetti e alla Lega lecchese non resta che aggiudicarsi i vertici della Comunità Montana.
Due realtà, la comunità e il parco, distinte dove le parti politiche, da destra a sinistra, continuano a battagliare, dimenticando a volte il fine finale: la tutela del nostro territorio locale.
Venerdì 12 luglio, a cena tra un “risottino del pescatore” e un “lavarello”, si è discusso di Comunità montana, di problematiche, di idee… e probabilmente dei nuovi vertici.
I commensali erano il sindaco di Pescate Dante De Capitani, il sindaco di Ello Virginio Colombo e ovviamente Stefano Simonetti. Fa un po' stupore la presenza di Virginio Colombo, che di quell’area politica poco a che fare. Chissà invece se il consigliere provinciale in quota Lega, Elena Zambetti ne sapeva qualcosa di questa cena, considerato che con il Sindaco di Ello non corre buon sangue. A fare gli onori di casa era presente Bruno Polti , sindaco di Oliveto Lario. Noto Berlusconiano (avverso all’apertura e al rafforzamento di Forza Italia svolta da Mauro Piazza lo scorso anno) e Vicepresidente del Partito Anti Islamizzazione.
Una cena con personaggi insoliti allo stesso tavolo, dove si sarà forse parlato del recente successo elettorale della Lega alle Europee, ma poco dei diversi colpi subiti sul versante delle Amministrative del lecchese: dai grandi comuni come Oggiono e Valmadrera fino a quelli più piccoli come, appunto, Valgreghentino. Il discorso a tavola, tuttavia, si sarà probabilmente incentrato sul rinnovo dei vertici della Comunità Montana. Di nomi definitivi, per ora, non ne sappiamo, speriamo solamente che siano persone valide, competenti e dall’ampia conoscenza del territorio locale. Chissà che non entri qualcuno presente a quella cena.
L'Infiltrato
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco