Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.690.795
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 11 agosto 2019 alle 14:53

Abbadia: la comunità saluta il suo don Vittorio che dall'altare... 'si scusa'

Con la giornata di oggi, domenica 11 agosto, i fedeli di Abbadia Lariana hanno rivolto il loro saluto a Don Vittorio Bianchi che, dopo nove anni come parroco, lascerà il posto a Don Fabio Molteni, per trasferirsi a Bellagio come collaboratore della comunità pastorale locale.

Don Vittorio

"Ho accolto ben volentieri la proposta di salutarvi durante la celebrazione in onore del nostro santo patrono, San Lorenzo. Mi auguro che in questi nove anni ci siamo sforzati di crescere insieme nella fede e non posso fare altro che ringraziarvi". Con queste parole il sacerdote ha iniziato la celebrazione della Santa Messa, animata dalle dolci voci del coro Sant'Ambrogio di Lierna.

L'assessore Cristina Bartesaghi, già sindaco del paese, durante l'offertorio

"Innanzitutto voglio chiedervi scusa - ha proseguito poi durante l'omelia - se non sono riuscito a venire incontro a tutte le necessità, non era nelle mie intenzioni ma d'altronde una comunità è come la barca di Pietro: nonostante l'acqua, la barca ha il compito di andare avanti superando le difficoltà e diffondendo la parola di Cristo. Come più volte vi ho ripetuto in questi anni, ricordatevi di volervi bene perché Dio desidera avere davanti a sé un piccolo gregge alla cui base vi sia l'amore reciproco. E proprio per questo, accogliete con amore e fede il parroco che prenderà le redini di questa comunità".

Non potevano mancare, sedute in prima fila, le autorità del paese tra cui il sindaco Roberto Sergio Azzoni che a fine celebrazione ha voluto ringraziare don Vittorio: "A nome dell'amministrazione comunale voglio ringraziarla, ricordandola soprattutto per il suo spirito di servizio che ha dimostrato in ogni occasione e che spero possa essere di esempio per tutti noi. Non possiamo che ricordarla in sella al suo scooter, pronto per venire in chiesa o in oratorio, offrendo sempre la sua disponibilità nel momento del bisogno".

Il parroco tra Mattia Micheli (anche in rappresentanza della Provincia) e il sindaco Roberto Azzoni

Presenti anche i rappresentanti dell'amministrazione provinciale, dell'arma dei carabinieri, della polizia locale, della protezione civile nazionale e dei vari gruppi del paese.
Ad unirsi ai ringraziamenti, con il racconto di simpatici aneddoti, sono stati poi i parrocchiani: "Grazie don Vittorio per averci trasmesso la testimonianza di Cristo, per il suo ministero pastorale e per la sua disponibilità. Non possiamo poi che esserle grati per le belle parole con cui ci ha intrattenuti nel nostro notiziario "Le brezze" e per l'amore che ha sempre dimostrato per la sua terra, valorizzandola con fede e speranza. Non ci potremo dimenticare di lei, come non ci scorderemo il suo cruccio più grande: la ricerca nella tasca del suo fatidico fazzoletto bianco per soffiarsi il naso durante le Messe".
Articoli correlati:
06.08.2019 - Abbadia: gli alpini con mons. Fasani salutano il 'loro' don Vittorio, 'noi preti siamo viandanti'
V.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco