Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 118.641.673
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 08/04/2021
Merate: 21 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 13 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15  µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Venerdì 12 dicembre 2014 alle 17:24

Valmadrera: positivo il vertice su ''Altof'' presso l’Unità di Crisi della Provincia

L'incontro sulla Altof srl (acronimo di Augusto Longhi tubi oleodinamici flessibili) in sede provinciale ha avuto un esito parzialmente positivo, che ha portato al dialogo tra le 'parti in gioco'. E' questo quanto emerso a seguito di un colloquio che si è tenuto nella tarda mattinata odierna presso l'Unità di crisi della Provincia di Lecco, dove i lavoratori si sono riuniti in presidio.
L'azienda valmadrerese ha infatti recentemente presentato un piano liquidatorio per chiudere l'azienda entro la fine dell'anno per via di un'eccessiva situazione debitoria. La scelta è stata però portata avanti senza dare prospettive e fornire ammortizzatori sociali ai 34 lavoratori che si avvicendano in ditta da quasi quarant'anni e per i quali lo scorso novembre si è aperta la procedura di mobilità.

Tuttavia, secondo gli ultimi elementi emersi, proprio la tipologia di ammortizzatore sociale potrebbe essere oggetto di una nuova contrattazione. Un eventuale cambiamento dipenderà però non solo dalle volontà imprenditoriali ma anche da questioni tecnico-giuridiche.
Diversi sono stati gli attori presenti al tavolo di stamane: oltre al titolare Marco Longhi, accompagnato dal liquidatore Fabiano Ariel e dal curatore fallimentare, ha partecipato anche il presidente della Provincia Flavio Polano che al termine ha dichiarato: "dal mio punto di vista è stato un incontro costruttivo perché le parti sono riuscite a dialogare. In particolare è stato chiesto un approfondimento di tipo tecnico per cercare di salvaguardare la continuità dei lavoratori, ovvero per vedere se la procedura liquidatoria avanzata dall'azienda sia compatibile con una proposta di cassa integrazione. Per noi è importante che il colloquio prosegua perché il nostro compito è quello di tenere insieme e far dialogare le parti. Questa mattina questo sforzo è stato fatto e speriamo che possa proseguire positivamente. Chiederemo ad Api di individuare imprenditori che possano essere disposti a rilevare l'azienda perché si tratta di una realtà solida che può avere un futuro sul mercato".

Al lungo tavolo di discussione, durato circa un paio d'ore, era infatti presente anche Mauro Gattinoni, direttore di Api Lecco che si è così espresso: "è stato un incontro difficoltoso perché le prospettive sono distanti. Tuttavia c'è stata un'evoluzione positiva perché si è risusciti a concordare verifiche tecniche che permettano ai lavoratori maggiori tutele e ai compratori maggiori garanzie. Api si mette comunque a disposizione di eventuali imprenditori esterni che siano interessati all'attività".
Dopo un primo incontro al palazzo municipale di Valmadrera lo scorso 26 novembre, anche oggi il Comune, partecipando al vertice, ha dimostrato e ribadito la propria 'vicinanza' ai dipendenti: "Per Valmadrera Altof è una realtà importante ed è nostro interesse che le parti si parlino e che vengano tutelate le famiglie" ha affermato il primo cittadino Donatella Crippa.
Persino le organizzazioni sindacali hanno visto la riunione odierna sotto una buona luce che ha permesso di intravedere un possibile spiraglio in questa situazione: "abbiamo chiesto all'azienda di fare valutazioni diverse rispetto a quelle operate sino ad ora e quindi di cambiare la procedura scelta per dare la possibilità ai lavoratori di usufruire della cassa integrazione straordinaria. Questo non porterà a un licenziamento dei dipendenti, mentre per noi significa che potremo continuare a dialogare con gli imprenditori che si stanno affacciando per dare continuità all'attività. Settimana prossima vedremo se l'azienda, compiute le riflessioni, si rendesse disponibile ad intavolare questo discorso" ha spiegato Emilio Castelli, della Fim Cisl. Gli ha fatto eco il collega Fabio Anghileri della Fiom Cgil: "L'incontro di oggi è stato da un certo punto di vista positivo perché i vertici aziendali si sono presi il compito di valutare un percorso diverso e tra una settimana vedremo se sarà considerata una proposta valida". Il prossimo vertice è infatti atteso per venerdì 19 dicembre all'Unità di crisi di via Matteotti.
"Ci auguriamo si possa individuare una strada alternativa che ci possa consentire di continuare a lavorare" ha specificato Italo Ventrella della Rappresentanza sindacale unitaria insieme ai colleghi Danilo Colombo e Arturo Guerriero.
Per il momento la fase liquidatoria dell'azienda sta andando avanti. Resta solo da capire se sia possibile trovare una procedura 'd'uscita' diversa oppure se la scelta dell'imprenditore si possa conciliare con la richiesta dei movimenti sindacali di una maggior tutela delle maestranze, vale a dire l'attivazione della cassa integrazione.
In ogni caso, la mobilità, attivata lo scorso novembre, prevede il rispetto dei tempi di legge: 45 giorni in capo ai sindacati e 30 in sede di convocazione della Regione. Questo implica che la cessazione dell'attività non potrà avvenire prima di febbraio: i sindacati potrebbero nel frattempo utilizzare questo lasso di tempo per dare continuità al lavoro.
Attualmente gran parte dei dipendenti sta usufruendo delle ferie e solo in pochi si avvicendano in azienda. Il lavoro in quest'ultimo mese è però drasticamente calato per via della scelta aziendale di affidare le commesse ad imprese esterne.
Articoli correlati:
10.12.2014 - Valmadrera, Altof: posizioni distanti tra le sigle sindacali e la dirigenza
26.11.2014 - Valmadrera: vertice in Comune sulla Altof. I lavoratori: all'oscuro fino all'ultimo
22.11.2014 - Valmadrera: il 26, i lavoratori di Altof in sciopero al Comune
21.11.2014 - Valmadrera: ''Altof'' annuncia dopo 40 anni la chiusura, 34 lavoratori rischiano il posto
Michela Mauri
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco