Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 83.245.379
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 23 settembre 2019 alle 07:53

Bellano e Vendrogno: in pochi alle urne ma vince il sì alla fusione

Questa fusione s'ha da fare: i cittadini di Bellano e Vendrogno, chiamati alle urne nella giornata di domenica 22 settembre per il referendum consultivo - l'ultima parola spetterà alla Regione - hanno espresso parere favorevole all'incorporazione del secondo piccolo comune nel primo, fondendo così amministrativamente due territori già oggi legati da un'Unione di servizi.

"Grazie a tutti Voi cittadini di Bellano e Vendrogno che avete decretato con il voto il sostegno forte e significativo a questo importante progetto di sviluppo! Un territorio più forte e con più fondi, con benefici per tutti. Grazie a tutti gli amministratori dei due comuni, di maggioranza e di minoranza, che hanno condotto insieme a noi una sfida emozionante e ambiziosa, e anche a chi con il dissenso ci ha spronato e ci spronerà a fare ancora meglio! Da oggi con il supporto concreto del voto popolare di tanti cittadini ci apprestiamo all'ultima cavalcata per arrivare ad avere un unico comune dal 1° Gennaio 2020!". Questo il messaggio di ringraziamento di Bellano Guarda Avanti, compagine di maggioranza capitanata dal sindaco Antonio Rusconi da sempre sostenitore del "grande passo" - sostenuto in questo anche dall'opposizione - per la creazione di un'unica municipalità dal Lago alla Montagna, voluta anche da Leonardo "Poppo" Enicanti, eletto primo cittadino di Vendrogno lo scorso maggio con una formazione "di scopo", proprio per traghettare la sua minuscola comunità verso l'incorporazione.
Non propriamente "alle stelle" la partecipazione al Referendum, anche se in termini assoluti il Sì ha schiacciato numericamente i detrattori della fusione. A Bellano ha votato solo il 34% degli aventi diritto ovvero 1045 cittadini, con il consenso espresso dall'88% degli stessi. A Vendrogno, invece, si è arrivati al 51% elettori alle urne - pari però a 153 persone - con l'80% di favorevoli al progetto per la creazione di una sola municipalità.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco