• Sei il visitatore n° 164.619.387
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 14 ottobre 2019 alle 17:59

Pescate: su Capitan Matamoros

Egr. Direttore,
ho letto l'articolo del sig. Pinuccio (scartuzzèl) da voi pubblicato lunedì 7 ottobre. Pur rilevando termini un pò forti, non posso che essere d'accordo con il concetto espresso alla base dello scritto del sig. Pinuccio.
Abito a Pescate e per rispondere alla sua domanda nell'oggetto confermo che il sindaco può essere paragonato alla figura di Capitan Matamoros. La maggior parte dei suoi comunicati stampa (in paese tutti sanno che è lui stesso a prepararli e mandarli a tutti i giornali sperando che qualcuno gli dia un pò di visibilità - lo si capisce perchè spesso più giornali fanno il copia e incolla tutti uguali) molto spesso non sono realistici e forvianti.
Lui cerca sempre di spostare l'attenzione, con una pressante campagna mediatica, sperando che i suoi compaesani (magari impegnati e che non hanno tempo di verificare cosa effettivamente viene fatto da questa amministrazione) si limitino a leggere i suoi continui racconti (che hanno l'obbiettivo di lavare il cervello alla popolazione e spostare l'attenzione da ciò che c'è di negativo), articoli e cartelloni pubblicitari.
Concentra l'attenzione di tutti sul fiorellino, il tartufino, il campanellino ed altre simili futilità per non far vedere i veri problemi del paese (che non ci si deve permettere di menzionare in paese). Tutti devono parlare di una realtà ovattata.
Lui racconta che Pescate è sicura rispetto agli altri paesi, ma i ladri continuano a rubare in ugual modo che negli altri comuni solo che lui non ha mai pubblicizzato un furto in abitazioni (per fare uno dei tanti esempi delle realtà scomode che non racconta).
Pescate ha il grande fratello, leggendo uno dei suoi tanti racconti, peccato che le telecamere quando servono non vanno mai; però anche questo non viene mai raccontato nei suoi comunicati. E' un bravo venditore di fumo.
Leggendo i suoi vari comunicati: da tre anni dovrebbe aver già fatto il parcheggio alla Pescalina, peccato che la realtà è che poi nulla ha fatto. E' due anni che racconta che a breve inizieranno i lavoro del parcheggio in via S. Francesco, ma per il momento ancora niente (lo racconterà anche il prossimo anno, ormai siamo abituati); però le multe in alcune occasioni le ha fatte comunque anche se mancano i parcheggi in tale zona.
Poi c'era l'articolo sulla cittadella delle associazioni, peccato che tali associazioni hanno dato un due di picche al sindaco ed hanno fatto la loro sede nei locali della parrocchia (ma lui aveva già fatto l'articolo senza chiedere e quindi non poteva cambiare versione). Le attrezzature per la riabilitazione al parco la punta, anche li aveva scritto che erano già certe e poi nuovamente niente. Volendo continuare c'è ne sarebbe tante tante ancora da commentare. Sta sprecando risorse importanti per realizzare qualche stallo in più nel parcheggio delle scuole medie (cantiere che è aperto ormai da mesi per scavare un pò di terra e spostare un muretto, alla faccia dell'efficienza da lui pubblicizzata in altri articoli). Però lui tutte queste cose non le racconta; racconta del fiorellino, del campanellino, e tutta una serie di cose inutili che ha realizzato, tanto per far vedere e raccontare che ha fatto, peccato che sempre più si parli di cose inutili (per spostare l'attenzione r
ispetto alla realtà ed alle cose serie) e non di sostanza.
Anche il campanellino, non è certo lui che li ha controllati; lui è il comandante dei vigili, ma sta dietro le file mandando avanti i vigili.
Pescate paese pulito, però solo dove si vede e c'è il passaggio di quelli di fuori comune, perchè all'interno in molte vie la storia è un pò diversa: abbiamo un parchetto a metà via S. Francesco che è diventato un cagatoio per i cani, in molti l'hanno segnalato da anni ma nulla è mutato nel tempo, anche questo non l'ho mai letto negli articoli del sindaco. Perchè li i bambini (infelici) devono giocate in mezzo alle deiezioni dei cani? Perchè li non controlla? Che senso ha tenere un parchetto in tale stato, inutilizzabile per i bambini.
Quindi rispondendo alla domanda riportata nell'oggetto del sig. Pinuccio, posso certo dire che se devo confrontarlo ad una maschera, certamente il paragone giusto è Capitan Matamoros da lui stesso citato nel titolo; si vanta di imprese ed opere che non ha mai compiuto, tante chiacchiere ma poi nel concreto poca sostanza. Certamente chi non vive a Pescate e legge i suoi costanti articoli può pensare tutt'altro, ma il mio parere da cittadino è: tanto fumo e niente arrosto. E' bravo a scriversi i complimenti da solo. Servirebbe un pò più di concretezza e meno chiacchiere sui giornali, perchè se anche quelli di fuori confine credono in certi racconti chi ci abita veramente in paese non ha le fette di salame sugli occhi.
Luca
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco