Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 77.806.164
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 06 novembre 2019 alle 18:17

Lecco: 'bivacchi' sotto i portici di via Volta, sale l'esasperazione dei residenti

Anche sotto i portici del complesso "all'angolo" tra via Volta e via Cavour, a due passi dalla stazione e dal municipio, potrebbero spuntare le stesse "ondine" già posizionate nei mesi scorsi all'Isolago per impedire a giovani e meno giovani di "bivaccare" nello spazio antistante le vetrine degli esercizi commerciali affacciati sul corridoio rialzato rispetto alla strada e protetto dalla intemperie, ideale dunque per "riunioni" pomeridiane tra adolescenti annoiati e, al calar del buio, di soggetti più "maturi" che, incuranti del via-vai bevono, fumano e fanno altro. L'esasperazione di negozianti, titolari di attività e residenti è infatti alle stelle.

La situazione questa sera alle 18 con un gruppetto già presente sotto i portici

Nei giorni scorsi, dopo un incontro in Comune chiesto da un esercente, è stata "ufficialmente" investita della questione anche la Polizia Locale. Ma le telefonate al 112 e in Questura si susseguono già da tempo, soprattutto in orario serale, quando aprendo uno dei due portoni d'accesso a appartamenti e uffici si viene inebriati da un inequivocabile profumino di "erba", accompagnato da schiamazzi e urla, spesso incomprensibili provenienti da un vero e proprio capannello di giovanotti di più nazionalità che, birra alla mano, tirano tardi, senza preoccuparsi poi di ripulire una volta giunto il momento di rincasare. "La mattina si trova di tutto: bottiglie, lattine, tracce di vomito e altro. C'è chi è stato anche sorpreso a fare i bisogni nell'androne del palazzo" racconta un condomino, determinato nel chiedere l'intervento delle forze dell'ordine per evitare "che i portici siano considerati terra di nessuno".

E se al pomeriggio "spesso sono solo ragazzini che ridono, scherzano, ascoltano musica, si spintonano a vicenda", la sera invece "ci sono clienti che hanno paura a passare in mezzo a quell'assembramento di stranieri che, se redarguiti, alzano la voce, passando a insulti e minacce". Ne sa qualcosa il proprietario di un alloggio vittima di una "sassaiola" all'indirizzo delle sue finestre - con mira non propriamente precisa - dopo aver chiesto ai non graditi "ospiti" di sloggiare. "Ai senza tetto in piazza Garibaldi o davanti a Palazzo delle Paure, si è fatta la guerra. Questa gente qui invece va bene? O forse il centro curato di Lecco finisce all'incrocio con via Roma?".
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco