Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 77.697.762
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 08 novembre 2019 alle 15:40

Elezioni a Lecco, Sinistra Lavoro: non faremo da spugna assorbente

Cinque più cinque gli anni di governo cittadino a guida del PD, che ad essere molto, ma molto generosi, potremmo definire anemico per la scarsità di globuli rossi nelle idee, utili ad una città progressista.
Un esecutivo, pur variegato e composto da brave persone a partire dal Sindaco, che nel corso di questi dieci anni però non ha saputo galvanizzare ed entusiasmare i cittadini ed è stato pure poco credibile anche come alternativa alla Lega e al centrodestra.
Una gestione politico-amministrativa che ha visto cedere ai privati gli importanti servizi sociali; che ha azzerato la nostra azienda pubblica del gas passandola ad A2a che è un’azienda quotata in borsa; che si è fatta promotrice e sostenitrice dell’insano progetto di teleriscaldamento; che, nonostante il considerevole calo numerico dei bambini, ha recentemente rinnovato una convenzione triennale per 1,4 milioni annuali con le scuole private, penalizzando quelle pubbliche; che ha venduto ai privati importantissimi immobili di proprietà dei cittadini anziché portarli a valore per tutta la città; che non ha dato seguito alla sentenza della Corte di Giustizia Europea del 2018 inerente la riscossione dell’ICI dovuta dagli enti ed istituti religiosi per gli anni che vanno dal 2006 al 2011; che non ha usato la leva fiscale per le tasse e le imposte comunali in maniera tale da far pagare il massimo a chi ha di più e meno a chi ha di meno; che non ha operato per un’urbanistica resiliente, in particolare per le aree industriali dismesse; che non ha contrastato il selvaggio sfruttamento con bassissimi salari dei lavoratori delle cooperative che lavorano per il Comune; che ha fatto una lista marmellata con la Lega e il centro destra per le elezioni provinciali; che ha dato mandato ai vigili comunali di “rubare” le coperte ai senza tetto presenti in città; per non parlare poi della insana presa di posizione critica sulla proposta di dare il riconoscimento civico cittadino alla senatrice Liliana Segre; e si potrebbe continuare…..
Insomma, è anche per queste cose, e non solo per l’inadeguata azione dei vari governi nazionali che si sono succeduti in questi anni, che molti cittadini si sono sentiti sconfitti, aprendo così la strada alle destre anche nella nostra città.
Quando si cerca di essere per alcuni versi fotocopia del centro destra, il PD lecchese dovrebbe ben sapere che i cittadini fra una fotocopia e l’originale poi scelgono l’originale. Nei dieci anni trascorsi il PD e il centro sinistra non hanno mai accolto una delle decine e decine di proposte avanzate dai vari esponenti della sinistra seduti sui banchi del Consiglio Comunale o presenti, pur fuori dal Comune, sul territorio.
Il Partito Democratico è, anche oggi, più che rilevante per cercare di allontanare le nubi della peggior destra salviniana che sovrastano la città di Lecco e che ci inquietano. Ma il Partito Democratico deve dire, non solo a noi, ma anche a tutte le altre forze politiche e sociali di progresso e di sinistra attive in città, se è disposto o meno a costruire alleanze a partire da una rivisitazione politico-gestionale di, se non tutti, almeno alcuni dei problemi indigesti accennati.
Per quanto ci riguarda, pur con il leale impegno sul terreno dell’unità, purchè sia un’unità d’intenti programmatici chiari per arginare la Lega e il centro destra in città, non faremo da spugna assorbente ad ipotetiche asfittiche proposte programmatiche per alleanze elettorali con un PD che non disegnino una road map di radicale impostazione alternativa rispetto almeno ad alcune delle significative problematiche accennate.
Sinistra Lavoro Lecco
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco