Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 124.653.536
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/06/2021
Merate: 19 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 10 µg/mc
Scritto Sabato 14 dicembre 2019 alle 15:04

Calcio Lecco: domenica in trasferta si affronta la Pistoiese, squadra esperta

CALCIO SERIE C GIRONE A
19^ GIORNATA
PISTOIESE-LECCO


Assorbito il KO in riva all'Arno (almeno si spera), il Lecco prova a ripartire da Pistoia. Ciò che ha lasciato perplessi, nel recupero di mercoledì a Pontedera, è stata la vistosa differenza di rendimento tra un tempo e l'altro. Nella prima parte si è ammirato un Lecco sontuoso, nella ripresa invece la squadra si è completamente arenata, di fronte a un Pontedera incalzante. Nei pochi giorni avuti a disposizione, mister D'Agostino ha cercato di preparare nel migliore dei modi la trasferta di domani a Pistoia (inizio17,45). Dopo il 4-1 incassato mercoledì in Toscana è vietato sbagliare, anche per non vanificare i progressi che si erano manifestati fino alla gara con l'Olbia.
“Dopo la partita persa a Pontedera la prima domanda che mi sono fatto è dove ho sbagliato io – analizza l'allenatore bluceleste Gaetano D'Agostino – Nei secondi 45' c'è stato un blackout, dopo un primo tempo in cui avremmo meritato il 2-0. Durante il forcing iniziale, esercitato dal Pontedera nella ripresa, dovevamo essere più bravi a tenere botta, un po' come avevamo fatto a Carrara. C'è stata comunque troppa differenza tra il primo e il secondo tempo e, soprattutto a livello mentale, si è verificato un distacco. Poi il campo pesante non ci ha dato una mano dal punto di vista fisico”.  
La Pistoiese ha disputato l'ultima partita sabato scorso, mentre il Lecco ha dovuto sobbarcarsi la lunga trasferta di Pontedera dove ha giocato mercoledì il recupero. La squadra è rientrata in città giovedì dopo le due di notte e non ha avuto molto tempo per preparare come si deve il confronto di domani.  
“Ho avuto la piena disponibilità dei ragazzi, però mi preoccupa recuperare le forze poiché i viaggi sono molto lunghi -  precisa il tecnico lecchese – E' comunque mio compito gestire le energie psicofisiche. Abbiamo lavorato sui concetti, soffermandoci sulle caratteristiche dei nostri avversari. Giovedì ho avuto a disposizione gli atleti che ultimamente hanno giocato meno. Ieri la neve ha creato una patina sul campo e quindi ho preferito non rischiare per non incorrere in infortuni. Allora abbiamo lavorato sui concetti offensivi e oggi su quelli difensivi e sui calci piazzati. Il tutto senza esasperare molto perché avremo di fronte altre cinque ore di pullman. Però non voglio creare alibi. Domani molto dipenderà dalla testa e dalle energie positive che metteremo in campo”.    
Riguardo alla Pistoiese, mister D'Agostino ha dichiarato: “E' una squadra esperta ma con giovani interessanti. Non gioca a ritmi altissimi, è capace di sfruttare qualsiasi  sbavatura altrui e possiede giocatori in grado di far male. Sarà importante restare compatti, non avere presunzione ma essere umili”.   
Assenti nel Lecco, perché ancora in fase di recupero: Bacci, Migliorini, Bastrini e Nivokazi.
Probabile schieramento bluceleste (3-4-2-1): Safarikas; Merli Sala, Malgrati, Procopio; Carissoni (Maffei), Moleri, Bobb, Pastore (Giudici); Strambelli, Negro, Capogna (Fall).
Dirigerà l'arbitro Davide De Marco di Ciampino (Roma) assistito da Vitale e Ricciardi.
La Pistoiese, undicesima in classifica con 22 punti, ha fin qui ottenuto quattro vittorie e ben dieci pareggi, mentre le sconfitte ammontano a quattro, due delle quali patite tra le mura amiche contro l'Albinoleffe (2-1) e Monza (1-0). Allo stadio Marcello Melani, gli arancioni hanno vinto con Olbia (2-1) e Pianese (1-0) e pareggiato con Gozzano, Como, Renate, Giana e Arezzo. Dal punto di vista realizzativo la squadra allenata da Pippo Pancaro, ex Lazio, Milan e Nazionale, non è tra le migliori del girone, avendo segnato 18 gol in altrettante partite (il Lecco è a quota 16). La difesa, invece, è piuttosto solida, con 16 reti incassate. Soltanto Monza e Renate vantano una retroguardia ancora più ermetica.
Goleador degli arancioni, con 5 centri, è l'attaccante montenegrino Ognjen Stijepovic cresciuto nella Sampdoria. Il giocatore è più rappresentativo è invece il centrocampista Francesco Valiani che ha alle spalle stagioni in serie A con le maglie di Bologna, Parma e Siena. Entrambi non dovrebbero scendere in campo dal 1' a causa di acciacchi vari. Per Stijepovic è prevista la panchina. In forse anche Falcone.
Nell'ultimo turno di campionato, la Pistoiese ha strappato uno 0-0 dal campo della Pro Vercelli. Nel 3-5-2 inizialmente varato da Pancaro, hanno trovato posto: Pisseri; Capellini, Camilleri, Terigi; Mazzarani, Spinozzi, Bordin, Bortoletti, Ferrarini; Cerretelli Capelluzzo.

Le altre partite della 19^ giornata (ultima girone d'andata) serie C girone A: Carrarese-Pianese, Alessandria-Pro Vercelli, Giana Erminio-Pro Patria, Novara-Robur Siena, Olbia-Juventus U23, Renate-Arezzo, Como-Albinoleffe. Gozzano-Pergolettese, Pontedera-Monza.

Classifica: Monza 45, Pontedera 35, Renate 32, Robur Siena 31, Carrarese 30, Novara 29, Albinoleffe, Arezzo e Alessandria 25, Pro Vercelli 23, Pistoiese, Como e Juventus U23, Pro Patria 21, Pianese, Lecco e Gozzano 18, Pergolettese 15, Olbia 11, Giana 10.
Roberto Frigerio
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco