Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 83.243.402
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 18 dicembre 2019 alle 08:21

Scuola alberghiera di Casargo: polemica tra Galbiati e Zambetti per gli straordinari

Marco Galbiati
Una nuova polemica tra il presidente del Cda dell’Apaf Marco Galbiati e la consigliera Elena Zambetti. Questa volta il “caso” è scoppiato, in consiglio provinciale, per un question time posto dalla leghista durante l’ultima riunione, nel quale chiedeva conto di “straordinari e orari massacranti” ai quali sarebbero sottoposti i docenti della scuola alberghiera di Casargo, che metterebbero a rischio la sicurezza degli insegnanti che in cucina lavorano “con strumenti pericolosi” che andrebbero quindi maneggiati con lucidità.
“Il Cda sta lavorando e sta facendo tante cose per la scuola di Casargo - ha premesso Galbiati - Per quanto ci riguarda quest’anno non ci sono stati ‘orari massacranti’ per i docenti, né pericolo che gli chef si facessero del male con i coltelli per via della stanchezza. Rispetto al 2017 abbiamo diminuito le ore di straordinario del 20 per cento e dall’anno scorso sono scese del 25 per cento. Gli insegnanti sono in numero adeguato, anche perché è salito il numero delle ore di tirocinio, durante il quale i ragazzi sono fuori dalla scuola, risparmiando così quasi 160mila euro alla voce del costo del personale”.
“Da quando c’è il nuovo Cda - prosegue il presidente - siamo molto attenti anche alle spese e ai costi. Chiedo di aiutare la scuola di Casargo e non solo di sollevare inutili polemiche in continuazione. Ci sono scuole sul territorio che fanno appena due ore di cucina in prima, quattro in seconda e sei nelle altri classi, mentre noi ne facciamo 16 fin dalla prima; abbiamo diminuito il numero di eventi pur facendo un margine superiore. Spero che al posto di perdere tempo con i question time vi concentriate sul mio business plan che ho presentato a settembre e al quale non ho ancora avuto risposta”.
A far fronte alla risposta netta di Galbiati, il capogruppo della Lega Stefano Simonetta: “Non stiamo perdendo tempo e non stiamo facendo polemiche, l’obiettivo comune è quello di far crescere la scuola”.
“Oggi l’aiuto da parte vostra non lo vediamo - ha replicato il presidente di Apaf , l’esempio è quello del business plan, che voi avete ignorato. Noi stiamo lavorando per migliorare la situazione, nel Cda avete un consigliere leghista, chiedete a lui come vanno le cose al posto di fare question time”.
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco