Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 81.439.797
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 11 gennaio 2020 alle 16:43

Mandello: eco-nuotata invernale per sensibilizzare sulle micro-plastiche

Terza edizione per la eco-nuotata promossa da Enzo Favoino, coordinatore scientifico di Zero Waste Europe e atleta della nazionale di nuoto in acque gelide in quel di Mandello, dal molo del cannone alla Canottieri Moto Guzzi.

Scopo dell'iniziativa è sensibilizzare la popolazione, soprattutto in tema di microplastiche. Non per nulla chi si è lasciato incuriosire dall'inusuale manifestazione, questa mattina, è stato accolto da Barbara, vestita proprio di scarti provenienti da bottiglie e altri materiali non correttamente smaltiti.

"Io sono qui e rappresento la plastica che è presente nelle nostre acque. Non è colpa mia ma siete voi umani che mi buttate dentro. Quindi la responsabilità è cambiare le abitudini, i modi di vita per contenere i danni a livello globale. Sciogliendosi le plastiche divengono micro. I pesci si nutrono e noi ci nutriamo con loro. L'appello agli esseri umani è quello di operare nella raccolta differenziata senza disperdere le plastiche nell'ambiente". Il suo richiamo, ripreso anche dallo stesso Favoino: "Dopo le direttive europee sull'uso delle plastiche mono-uso, vietate dal 2021, dalle cannucce ai bastoncini cotton fioc, il nostro messaggio si sposta sui comportamenti individuali. Perchè possano anticipare le direttive d'Europa. Ma dovremmo rendere i nostri comportanti oltre queste disposizioni. Meno imballaggi, raccolta differenziata."
Sulla stessa lunghezza d'onda, Gianni Del Pero presidente regionale del WWF tra le associaizoni che hanno appoggiato l'evento mandellese.

"La produzione di un prodotto che non degrada e che viene scaricato nell'ambiente naturale, quindi nei laghi e nei mari porta alla morte dell'ecosistema. Non ci piace questa mancanza di attenzione e di prospettiva. La presenza di micro plastiche anche nell'acqua depurata è un problema sanitario e ambientale notevole che ci dovrebbe portare ad una grande considerazione. Quindi questa giornata è per noi importante".

Le sigle aderenti a questa importante partita nel segno della tutela dell'eco sistema erano Ice SW Imming, Associazione Italy, I laghèe, Canottieri S. Cristoforo Milano, Rete rifiuti Zero Lombardia, Coordinamento lecchese rifiuti zero, WWF, Lega Ambiente, Greenpeace, SR zero sprechi, Let's do it Italy e il Gruppo l'ontano Montorfano. Con loro il gruppo dei nuotatori che con le loro vigorose bracciate hanno tenuta alta l'attenzione verso le vaste attuali problematiche in materia ecologica.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco