Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 81.443.185
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 13 gennaio 2020 alle 12:43

Pagine lecchesi firmate da Giampaolo Pansa, scomparso a Roma

Giampaolo Pansa
I lecchesi hanno avuto modo di conoscere ed apprezzare il giornalista Giampaolo Pansa, deceduto a Roma, all’età di 84 anni, negli anni dal 1966 al 1970, quando, come inviato del Giorno, fu più volte presente nel territorio lariano. Era nato a Casale Monferrato nel 1935, si era laureato all’Università di Torino con una tesi sulla guerra partigiana tra Genova ed il Po, che suscitò l’attenzione di Italo Pietra, direttore del Giorno, comandante garibaldino in brigate della Resistenza dell’Oltrepò Pavese.
    Giampaolo Pansa era tra i giornalisti del Giorno la sera di mercoledì 10 ottobre 1966, quando, presso il salone dell’Azienda Turismo di Lecco, in via Sauro, il quotidiano milanese presentò il suo progetto di potenziamento sulle pagine della Lombardia, compreso il nostro territorio. C’erano il direttore Italo Pietra, il capo redattore Paolo Murialdi, il noto critico cinematografico Pietro Bianchi, Sandro Malossini ed altri.
    Giampaolo Pansa è stato autore dell’inchiesta “La Lombardia di fronte alle elezioni politiche del 19 maggio 1968”. Il suo ampio servizio, relativo alla provincia di Como, ebbe un’ampia eco anche con il titolo “Una provincia con due anime: Como e Lecco”. Scrivendo del nostro ramo del Lario, Pansa evidenziò i problemi “quelli dell’industria metallurgica soffocata dalla carenza di aree e di strade e che più di una volta è stata vinta dalla tentazione di fuggire … e soprattutto c’è un’anima che scalpita, che non vuole saperne di Como, che pensa al blasone della provincia o comunque ad un’autonomia da riconoscere formalmente in qualche modo. Insomma una provincia spaccata in due anche sul piano politico: a Lecco è in atto da tempo il discorso fra le due forze che oggi guidano il paese e che domani guideranno pure la Regione Lombardia. Il centro sinistra a Lecco è operante dal 1964 ed ha saputo impostare bene i problemi di sviluppo della zona. A Como, invece – caso unico in Lombardia – sopravvive ancora una giunta DC-PLI.”.
    Giampaolo Pansa ha lasciato poi Il Giorno, collaborando con tutte le più prestigiose testate nazionali; è stato autore anche di una serie di libri sulla Resistenza, che non hanno mancato di suscitare anche vibranti polemiche. Particolare scalpore ha fatto “Il sangue dei vinti”, libro uscito nel 2003.
    La camera ardente di Giampaolo Pansa è allestita a Roma, presso la clinica Quisisana. Il funerale verrà celebrato domani alle 15 a San Casciano dei Bagni, provincia di Siena, dove risiedeva da alcuni anni.
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco