Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 124.652.466
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/06/2021
Merate: 19 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 10 µg/mc
Scritto Mercoledì 05 febbraio 2020 alle 17:18

Calcio Lecco: presentati i nuovi giocatori Agostinone e Cheddira

Sono stati presentati alla stampa il difensore Agostinone e l'attaccante Cheddira, nuovi giocatori blucelesti arrivati venerdì nell'ultimo giorno di mercato. "Il nostro d.s. Francesco Filucchi si è mosso molto bene - ha introdotto Angelo Maiolo direttore generale della Calcio Lecco - Diamo il benvenuto ai due nuovi calciatori. Speriamo che ci diano una grossa mano per raggiungere l'obiettivo". Le operazioni sono state condotte dal d.s. Filucchi il quale ha aggiunto: " Siamo contenti di essere qui a presentare Agostinone e Cheddira, atleti che seguivamo da tempo. Agostinone vanta una carriera importante nella categoria, con più di cento presenze nel Foggia. Cheddira è un ragazzo giovane e talentuoso, acquistato dal Parma l'anno scorso". Giuseppe Agostinone, nato a Foggia il 6 aprile 1988, ha collezionato durante la sua lunga carriera iniziata nel 2005, 242 presenze di campionato (11 gol) quasi tutte in serie C, C1 e C2 con le maglie del Foggia, Pro Vercelli, Montichiari, Piacenza, Francavilla e Alessandria (26 partite la scorsa stagione). Il difensore pugliese, che con il tecnico D'Agostino ha condiviso le esperienze di Francavilla ed Alessandria, ha esordito in bluceleste sabato nell'anticipo di Monza, subentrando al 40' del primo tempo a Milillo. Agostinone agisce principalmente da terzino sinistro ma è abile a ricoprire anche il ruolo di centrale. Nella prima parte della stagione, ad Alessandria, non è mai sceso in campo ma ha continuato ad allenarsi con impegno e costanza. " Ho cominciato con l'Alessandria ad inizio stagione dopo aver fatto un grande campionato l'anno precedente - ha precisato - Sono poi cambiati allenatore e direttore sportivo, i quali hanno portato le loro vedute. Potevo andar via a giugno ma ho preferito restare per sei mesi in Piemonte. In seguito è nata la trattativa con il Lecco. Si sono verificate un po' di complicazioni ma la mia volontà di sposare il progetto bluceleste ha fatto sì che, anche a due ore dalla chiusura del mercato, potessi raggiungere quella che reputo già una grande famiglia. Condizione fisica? Per un giocatore come me, che ha disputato più di 250 gare e dieci anni di playoff, il discorso è soprattutto mentale. Il ritmo partita lo si ottiene giocando e penso che nel giro di due gare potrò acquisire la condizione ottimale. Inoltre il fatto di potermi allenare con mister D'Agostino mi consentirà di accelerare il percorso di inserimento. Ringrazio i direttori che mi hanno permesso di arrivare in questa società dalla storia importante. Affrontai il Lecco dieci anni fa in Lega Pro con la maglia del Foggia e rammento ancora il calore dei tifosi". Una curiosità: il nuovo difensore del Lecco è soprannominato "divino". "Me lo diedero i supporter del Foggia durante la stagione 2014-15 poiché sostenevano che in campo mettevo quel qualcosa in più per far vincere le partite" ha spiegato il giocatore pugliese.



Francesco Filucchi, Giuseppe Agostinone, Walid Cheddira e Angelo Maiolo

A rinforzare l'attacco è giunto da Arezzo Walid Cheddira, marchigiano (è di Loreto) di origini marocchine, nato il 22 gennaio 1998. Prima del trasferimento al Parma, società di appartenenza, ha militato nel Loreto e nella Sangiustese, in serie D mettendo insieme un bottino di 29 reti. La scorsa estate i ducali lo hanno girato all'Arezzo dove ha giocato nella prima parte della stagione 16 partite tra Coppa e campionato. Atleta ben strutturato (1,87 d'altezza), Cheddira è un attaccante centrale rapido e potente. " Sono veloce e forte fisicamente e quindi sono in grado di sfruttare le mie progressioni - ha detto - Sono felicissimo di essere al Lecco che ho affrontato da avversario solo due settimane fa. In quella partita mi ha particolarmente impressionato Strambelli che ha eseguito delle giocate che non sono di questa categoria. Sono sicuro che con lui mi troverò bene, perché è un giocatore bravo a mettere la palla. Personalmente non ho avvertito il passaggio di categoria dalla D alla C. All'inizio avevo un po' di timore ma, sin dalle prime gare con l'Arezzo, ho giocato al meglio. Devo dire che in Toscana mi sono trovato benissimo, sia con i compagni, sia con l'ambiente. Però, essendo giovane, avevo bisogno di giocare. Appena si è aperta la possibilità di giungere a Lecco ho detto subito di sì, anche perché il progetto mi è piaciuto molto". Agostinone e Cheddira si sono aggiunti a Bolzoni, Milillo e Forte tutti arrivati nella sessione invernale del mercato. Intanto la squadra, reduce dal 4-0 incassato a Monza, si sta preparando in vista dello scontro diretto di domenica al Rigamonti-Ceppi contro la Pergolettese, rivale nella lotta salvezza. Sarà un match da non fallire assolutamente.
R.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco