Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.358.425
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 07 febbraio 2020 alle 14:50

Valgreghentino: i bambini di 4^B in Aula con il progetto sulla Memoria della Shoah

Il loro “viaggio” è iniziato fin dalla prima elementare, e pochi mesi fa li ha portati dritti in Quirinale, al cospetto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. I bambini di 4^B della Primaria di Valgreghentino, quindi, hanno già molto da insegnare ai “grandi”: il loro percorso sulla Memoria – sul ricordo della Shoah, degli orrori dei lager e delle foibe – è approdato nella serata di ieri anche in sala consiliare, su richiesta del sindaco Matteo Colombo che ha invitato i piccoli alunni per un momento di riflessione che ha auspicato possa “ripetersi anche nei prossimi anni con un progetto più strutturato”.



Insieme alle maestre Anna Clara Bassani e Alice Bonfanti, sotto gli occhi attenti e curiosi della Dirigente Scolastica Maria Pia Riva, i bambini hanno quindi illustrato le varie “tappe” del loro percorso, durante il quale – grazie a letture, laboratori e canti – hanno aggiunto, uno dopo l’altro, diversi tasselli alla loro conoscenza di uno dei capitoli più dolorosi e incomprensibili della Storia, avviando persino una corrispondenza con Liliana Segre e ricevendo un invito in Quirinale, con il Presidente Mattarella a complimentarsi con loro per l’importante lavoro svolto.



Il sindaco Matteo Colombo e la Dirigente Scolastica Maria Pia Riva

“Abbiamo il diritto di sapere e il dovere di riflettere” hanno affermato i bambini, che alternandosi al microfono hanno raccontato ai presenti come non abbiano potuto fare a meno di commuoversi e soffrire soltanto al pensiero di ciò che tantissime persone – compresi molti loro coetanei – sono state costrette a sopportare durante il periodo della Seconda Guerra Mondiale.

VIDEO



Dopo aver cantato un brano ebraico, gli studenti hanno poi spiegato il motivo per cui hanno portato con loro in sala consiliare tante biciclette di cartone colorate. “È un omaggio al campione Gino Bartali, protagonista non solo di tante imprese sui pedali, ma anche di una grande missione umanitaria che lo ha visto contribuire a salvare molti ebrei dall’Olocausto trasportando documenti all’interno del telaio del suo mezzo a due ruote, in modo che una stamperia segreta potesse poi falsificarli e consentire la fuga di tanti rifugiati” hanno raccontato gli alunni.




Due scatti dei bambini impegnati nelle attività del progetto



“In un periodo storico difficile come quello che stiamo vivendo, siamo tutti chiamati a ri-saldare la nostra comunità nel segno del rispetto degli altri, contro ogni forma di odio, violenza e indifferenza” ha commentato il sindaco Matteo Colombo ringraziando a nome dell’intero Consiglio Comunale i suoi piccoli concittadini per il loro significativo contributo alla Memoria. “Nel nostro vocabolario non devono più trovare posto concetti come quelli di razzismo e antisemitismo che purtroppo oggi come allora vediamo dilagare nella nostra società”.


I bambini di 4^B con gli amministratori comunali

“In questo senso – ha concluso il primo cittadino – sono proprio i bambini a poterci insegnare molto, pertanto spero che questo momento di riflessione e incontro possa diventare un appuntamento fisso anche nel prossimo futuro”.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco