Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 95.095.725
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/08/20

Merate: 24 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 20 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Lunedì 10 febbraio 2020 alle 17:47

Lecco: rissa tra donne in viale Turati nel 2017, in 4 dal giudice

Una zuffa tra donne…finisce in tribunale. È scattata l’accusa di rissa per quattro dominicane che il 22 aprile del 2017 nei pressi di un bar di Viale Turati a Lecco si picchiarono per motivi ancora sconosciuti, proprio mentre passava la sfilata del Carnevale di primavera. Forse spinte da futili motivi, forse mosse dai fumi dell’alcol, due delle quattro signore hanno riportato ferite, essendo intervenuta nel tafferuglio anche una bottiglia rotta.
Il prossimo 17 marzo si terrà, al cospetto del giudice monocratico Giulia Barazzetta, la prima udienza istruttoria del processo che vede come coimputate Luvis Pallano Marcel Elisaneth, 27 anni, Pallano Nunez Josefina, 53 anni (entrambe difese dall’avvocato Ivano Frigerio, sostituito oggi dall’avvocato Maurizio Lanfranchi), Guerrero Maribel Elvira, 54 anni, e Frias Mejia Marielis, 30enne (queste ultime difese dall’avvocato Claudio Rea, sostituito in udienza dall’avvocato Rosanna Pontieri). Per tutte e quattro si procede con l’accusa di rissa, mentre a seguito della rettifica del capo d’imputazione richiesta questa mattina dal Vpo Mattia Mascaro si procede solo nei confronti di Marcel Elisaneth e Guerrero per lesioni personali, essendosi procurate a vicenda delle ferite, quest’oggi costituitesi anche parti civili.
Appuntamento al prossimo 17 marzo per la “sfilata” non di Carnevale ma dei primi testimoni che aiuteranno a ricostruire meglio la vicenda.
B.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco