Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 104.505.680
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 26/11/20

Merate: 88 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 56 µg/mc
Lecco: v. Sora: 44 µg/mc
Valmadrera: 69 µg/mc
Scritto Lunedì 10 febbraio 2020 alle 17:50

Carenno: presentata la Mappa di Comunità, strumento di conoscenza del territorio

Presentata ieri, domenica 9 febbraio, presso il Circolo Arci di Carenno la Mappa di Comunità del paese, che ha come obiettivo quello di stimolare un racconto del territorio e portare a nuovi approfondimenti basati sulla partecipazione. Mappa che costituisce l’esito di un percorso attraverso cui gli abitanti hanno raccontato la propria percezione del paese, con particolare attenzione al valore dei riti e della tradizione, ai significati storici e culturali dei luoghi, alle vicende individuali e comunitarie presenti nella memoria collettiva.



A condurre la presentazione la giovane Ilaria Arigoni di Liberi Sogni Onlus, la cooperativa sociale che ha sostenuto insieme all’Amministrazione comunale, la Pro loco e l’Ecomuseo Valle San Martino la realizzazione della Mappa di Comunità che fa parte del progetto Interreg Italo-Svizzero 'La voce della terra: canti e riti della tradizione' - VoCaTe.


Ilaria Arigoni

“La pubblicazione è la conclusione di un percorso di ricerca e confronto che ha coinvolto l’intera comunità carennese da giugno 2019 attraverso la periodica convocazione di tavoli di lavoro di sette persone, la compilazione di questionari, la realizzazione di interviste approfondite, la condivisione di documenti, fotografie e soprattuto l'organizzazione di momenti pubblici come la Passeggiata Patrimoniale, che a ottobre ha dato la possibilità di narrare il proprio vissuto nei luoghi simbolo di Carenno” ha spiegato ai numerosi presenti Ilaria Arigoni.



Il risultato finale ha preso la forma di una cartelletta. La parte anteriore è la rappresentazione cartografica del centro storico con i monti, mentre all’interno sono stati riportati 9 luoghi, selezionati rispettando l’esito dei questionari e graficamente suddivisi in 3 categorie (ritualità, lavoro, tempo libero): Piazza Carale, Campo Sportivo, Chiesina dei Morti, Chiesa Parrocchiale, Chiesa Vecchia, Oratorio, Museo Ca’ Martì, San Carlo, Carenno e i suoi Monti.
Presente in rappresentanza dell’Amministrazione comunale il vice sindaco Gabriella Zaina, che ha sottolineato l’importanza della Mappa di Comunità a livello culturale e sociale: “Carenno è stato scelto per il progetto 'La voce della terra' poiché è stato considerato significativo a livello sociale e per la presenza di musei di rilievo. In poco tempo siamo riusciti a coinvolgere la popolazione e soprattutto a creare un gruppo di lavoro attivo. L’Amministrazione è orgogliosa del lavoro fatto, con il quale è possibile dare al paese uno strumento di maggiore conoscenza del nostro territorio”.


Fabio Bonaiti e il vice sindaco Gabriella Zaina

Collaborazione fondamentale è stata quella dell’Ecomuseo della Valle S. Martino che ha da sempre come missione quella di tutelare e valorizzare il patrimonio culturale diffuso nel territorio, coinvolgendo i visitatori e la comunità locale nella presa di coscienza dei valori storici, antropologici e ambientali.



“La Mappa di Comunità è fondamentale per l’esistenza di un Ecomuseo. Questo "esperimento" di approfondimento è stato molto prezioso e suggestivo per la comunità: questa non è una mappa turistica o una cartina geografica, è uno strumento che permette di conoscere il territorio, i fattori culturali e quelli legati al vissuto delle persone. Così è stato possibile scavare nelle esperienze personali, nella memoria degli abitanti” ha spiegato in conclusione Fabio Bonaiti, coordinatore dell'Ecomuseo.
C.Ca.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco