Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 83.020.575
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 14 febbraio 2020 alle 08:43

Lecco: una nuova sala d'aste al civico 34 di via Roma

Da marzo ci sarà una sala d’aste al civico 34 di via Roma a Lecco. La decisione diventerà definitiva con l’approvazione del Consiglio comunale ma durante la riunione della commissione competente non sono emersi dubbi né obiezioni. La proposta è stata avanzata dall’Associazione notarile di Lecco che da anni gestisce questo servizio: attraverso una specifica delega del Tribunale cittadino infatti, questo ente ha ricevuto un incarico per affidare a un team di specialisti tutto il procedimento da effettuare nel caso di beni da vendere a favore dei creditori, nel caso ad esempio di fallimento.
Nel corso del tempo questa attività è molto incrementata e l’Associazione notarile di Lecco ha iniziato a faticare a gestire questa mole nella sua sede del quinto piano di via Roma 28, così quando il negozio di arredi per casa ha liberato il piano terra al numero 34 l’ente ha pensato di prenderlo in affitto per poter svolgere con più agio questa attività.
L’assessore all’Urbanistica Gaia Bolognini ha spiegato che in base all’articolo 2 delle norme tecniche del piano delle regole del vigente Piano di governo del territorio, questa istanza deve essere valutata dal Consiglio comunale: “Da un punto di vista urbanistico l’attività proposta si configura come un servizio perché c’è rapporto diretto con cittadinanza e il nostro Pgt permette lo svolgimento di questa attività nel fabbricato senza che questo comporti una variante”. Se, come sembra, l’autorizzazione sarà ufficializzata dal Consiglio comunale essa sarà valida dal marzo 2020 per sei anni.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco