Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 98.061.358
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/09/20

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 24 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Venerdì 06 marzo 2020 alle 15:28

Treni in ritardo e stazioni non sicure: 14 sindaci chiedono coralmente un incontro

L'emergenza coronavirus ha fatto indubbiamente passare la questione in secondo piano. Anche perchè con gli studenti a casa e diversi lavoratori in smart-working, il problema, oggi è decisamente meno scottante, proprio per la significativa contrazione della mole di passeggeri movimentati ogni giorno. Ma, pur con qualche difficoltà tecnica nel raccogliere digitalmente le firme – per due volte si è dovuto ricominciare l'iter da capo per un errore di sovrascrittura – 14 sindaci della “valle dell'Adda” e della Val San Martino, oltre a Olgiate e Merate, hanno fatto quadrato predisponendo una formale lettera indirizzata a RFI e Trenord – oltre che all'assessorato alla mobilità di Regione Lombardia – per chiedere un confronto urgente in tema di trasporto ferroviario, calcando la mano su due aspetti che ugualmente interessano la Lecco-Milano e la Lecco-Bergamo: i ritardi – non più tollerabili dai pendolari - e la scarsa sicurezza nelle stazioni.
A capeggiare il gruppo in fascia tricolore è il primo cittadino di Calolziocorte Marco Ghezzi, sollecitato sul punto anche dall'opposizione, con il consigliere Diego Colosimo dettosi soddisfatto dall'apprendere come qualcosa si stia muovendo e dalla disponibilità già espressa dalle società che gestiscono il servizio di prendere parte ad un incontro pubblico sul territorio per spiegare i problemi attuali e gli sviluppi futuri, sottolineando però come “i pendolari hanno bisogno di fatti non di parole”.

Di seguito il testo che a breve verrà inoltrato a destinatari:

Alla c.a.:
Assessore alle Infrastrutture, Trasporti e
Mobilità Regione Lombardia
Avv. Claudia Maria Terzi
Responsabile Direzione Territoriale
Produzione Milano RFI Lombardia
Ing. Cavacchioli Luca
Amministratore Delegato TRENORD
Dr. Marco Giovanni Piuri

I Sindaci dei Comuni di Airuno, Brivio, Calolziocorte, Carenno, Erve, Garlate, Merate, Monte Marenzo, Olgiate Molgora, Olginate, Pescate, Torre de’Busi, Valgreghentino, Vercurago in quanto rappresentanti dei territori attraversati dalle linee ferroviarie Lecco-Milano e Lecco-Bergamo, stanno ricevendo le denunce sempre più numerose di cittadini che lamentano gravi disagi nell’utilizzo del servizio ferroviario.
I ritardi quotidiani, i treni cancellati, la scarsa sicurezza nelle stazioni e sui convogli hanno raggiunto un livello non più accettabile dai pendolari. Pur nella consapevolezza delle difficoltà in cui tutti stiamo operando e riconoscendo l’impegno di chi gestisce la rete ferroviaria e di chi deve esercitare i controlli, i Sindaci di questo territorio ritengono urgente un confronto per raccogliere tutte le informazioni sui tempi degli interventi da mettere in atto per migliorare la situazione e per valutare quali ulteriori azioni potrebbero essere necessarie per ridurre i disagi dei pendolari.
Chiedono quindi di poter programmare un incontro a breve per affrontare i seguenti temi:
1) Le prospettive di miglioramento a breve e medio termine;
2) Come accrescere livello di sicurezza sui treni e nelle stazioni;
3) Come migliorare la comunicazione tra gestore della rete ferroviaria e utenti nell’ottica di una riduzione dei disagi.
All’incontro potranno essere presenti anche i comitati dei pendolari.
Distinti saluti.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco